Champions League, Feyenoord-Napoli: 2-1

 di Roberto Ospedale  articolo letto 61 volte
Maurizio Sarri
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Maurizio Sarri

Ultima giornata per il girone F di Champions League solo una contemporanea vittoria dei partenopei e dei Citizens di Pep Guardiola avrebbero potuto aprire le porte degli ottavi di finale al Napoli. Purtroppo così non é stato infatti, dopo un inizio promettente, con il vantaggio dopo soli due minuti firmato Piotr Zielinski l'epilogo é stato ben differente. La sfida é stata equilibrata ma fortemente condizionata dal parziale proveniente da Donetsk dove lo Shakthar si é sbarazzato senza troppi patemi del Manchester City non particolarmente motivato dopo il primato conquistato con una giornata d'anticipo. Il pareggio olandese arriva al trentatreesimo grazie a Nicolai Jorgensen perfettamente imbeccato da Steven Berghuis. Il Napoli ha cercato di reagire ma la precisione in fase realizzativa é stata assente ingiustificata. Il Feyenoord concretizza il massimo sforzo alla ricerca della prima vittoria ma, a causa ad un eccesso di foga, ha chiuso il match in inferiorità numerica per l'espulsione di Tonny Vilhena . Nonostante tutto gli olandesi la sbloccano in pieno recupero grazie a Jeremiah Juste abile a decidere il match con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Napoli non concretizza l'impresa e viene " declassato" in Europa League dove potrà concretamente competere per il successo finale.

Marcatori: 2' Zielinski (N), 33' Jorgensen (F), 91' Juste (F).