Palermo, cosa servirebbe e cosa (probabilmente) verrà fatto

27.12.2019 12:31 di Claudio Puccio   Vedi letture
Renzo Castagnini
© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com
Renzo Castagnini

Pochi giorni (il 2 gennaio per l'esattezza) e inizierà la finestra di gennaio del calciomercato che, per le squadre di Serie D, significa poter prendere giocatori professionisti svincolati o "Under" da squadre professionistiche (quindi classe 2001, 2000, 1999), come già anticipato dal nostro giornale. Ma di cosa avrebbe bisogno il Palermo? E cosa verrà fatto? Secondo noi di TuttoPalermo.net la squadra, che ha giocato un ottimo girone di andata soprattutto nella prima parte con 10 vittorie consecutive, ha delle lacune strutturali: non esistono terzini di riserva rispetto ai titolari Masimiliano Doda (19) e e Francesco Vaccaro (20); manca un sostituto (almeno a giudicare dalla scelte fatte da Rosario Pergolizzi) per Mattia Felici (18), unico 2001 ad aver giocato con continuità e, soprattutto, servirà un sostituto per Mario Alberto Santana (38) che ne avrà per alcuni mesi. Proprio su quest'ultimo punto, secondo fonti vicine alla nostra redazione, si sta concentrando la dirigenza rosanero. Il nome caldo è quello di Roberto Floriano (33), attualmente tesserato per il Bari e che ha trascinato, lo scorso anno, i pugliesi alla promozione dalla D alla C. Il giocatore dovrebbe svincolarsi dal Bari e poi firmare un contratto con i rosanero e il tutto sembrerebbe fattibile. Per il resto, al di là delle normali smentite di rito, il Palermo potrebbe solo prendere un altro giovane. Pergolizzi gradirebbe un 2001 come incontrista in modo da poter cambiare formazione nel rispetto dei regolamenti senza stravolgere la squadra. Queste, ad oggi, sembrano le idee di Renzo Castagnini e Rinaldo Sagramola, anche se probabilmente servirebbe qualcosa in più visto il distacco dal Savoia ormai praticamente azzerato. Non sono escluse sorprese ma in questo momento la situazione è quella illustrata.