Ex rosanero, Guardalben: "Gasperini è la scelta giusta"

 di Tutto Palermo Redazione  articolo letto 463 volte
Fonte: TMW
© foto di Federico De Luca
Ex rosanero, Guardalben: "Gasperini è la scelta giusta"

"Dispiace per Sannino, avrà sicuramente nuove chance in altri club. Gasperini per Palermo è la soluzione migliore". Parole firmate da Matteo Guardalben, portiere attualmente svincolato che ha difeso i pali della formazione rosanero dal 2004 al 2006. L'ex estremo difensore anche di Parma e Modena ha speso alcune parole in merito all'esonero di Giuseppe Sannino e alla susseguente nomina di Gian Piero Gasperini come nuovo tecnico della squadra siciliana: "Quando le cose non vanno, l'esonero è sempre una soluzione possibile - ha spiegato in esclusiva a Tuttomercatoweb.com -. Qualcosa all'interno del club è successo, Zamparini è un tipo sanguigno ma posso assicurare che non si tratta di uno sprovveduto e prima di passare all'azione ci pensa numerose volte. Come persona non si può che apprezzarlo, per quanto mi sono scontrato in passato ha poi capito le mie esigenze. Per quanto ha investito nel Palermo, ben vengano i presidenti come Zamparini nel mondo del calcio".

Come reputi l'insediamento di Gasperini sulla panchina del Palermo?
"Prima di tutto devo dire che Sannino mi piace, lo affrontai due anni fa quando lui era alla guida del Varese e mi piacque come organizzò la propria squadra. Sulla piazza Gasperini rappresentava la migliore scelta tra i tecnici liberi, anche considerando che Delneri è già stato in Sicilia. L'ex tecnico del Genoa ha tutte le possibilità per tirare fuori il meglio dai calciatori che ha a disposizione".

Cambiamo argomento. Sul tuo futuro cosa puoi dirci?
"Non ho ancora smesso di giocare. Continuo ad allenarmi con la speranza che possa ancora arrivare qualche proposta. Tuttavia non posso rimproverarmi nulla, in carriera mi sono tolto grandissime soddisfazioni. Purtroppo la situazione in Serie B è cambiata rispetto a qualche anno fa, adesso ci sono tantissimi giovani e pochi calciatori esperti; i club stanno facendo i conti con gli errori economici commessi in passato".