Palermo, Albanese: "Abbiamo preparato tante carte. Non riesco a capire l'accusa di responsabilità oggettiva"

27.05.2019 16:00 di Rosario Carraffa   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, Albanese: "Abbiamo preparato tante carte. Non riesco a capire l'accusa di responsabilità oggettiva"

Il Presidente del Palermo, Alessandro Albanese, è intervenuto durante la trasmissione “Zona Vostra” in onda su Trm ha par, dove ha parlato della situazione del club rosanero, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Ci prepariamo al confronto del 29 maggio. Abbiamo preparato tante carte. Non riesco a capire l’accusa di responsabilità oggettiva. A fronte di un problema di natura contabile/amministrativa, cosa c'entra la squadra? Ognuno (si riferisce alla lettera della moglie di Zamparini ndr.), può dire quello che vuole ma non a nome di terzi. Il Palermo è di altre persone e società. Con il nostro comunicato volevamo fare un distinguo assoluto, noi abbiamo sempre fiducia nella giustizia sportiva e civile. Siamo in attesa di una sentenza, ma c’è anche il piano A, in caso di risoluzione totale. Abbiamo detto più volte che la proprietà rimarrà a prescindere a Palermo. Si stanno facendo delle proiezioni che verranno rese note solo successivamente. Andremo avanti in ogni modo per difendere il club. Il Palermo non torna sicuramente nelle mani di Zamparini, non ci sarà ovviamente un ritorno al passato. Mi dispiacerebbe per il vivaio dato che la Primavera, in caso di Serie C, sparirebbe. Centro sportivo? Ne abbiamo parlato, è nei piani. Hanno sgomberato il campo nomadi e quello potrebbe essere un buon posto per realizzare un grande parco sportivo aperto anche ai cittadini, con una buona convenzione pubblico/privato. E non dimentichiamoci che c’è anche l’ippodromo, visto che il trotto non vive più un momento esaltante; si tratta di una struttura confinante con lo stadio ed è già indicato come spazio sportivo".