Palermo, Benussi: "Mi spiace che la mia prodezza non è servito a nulla, ma nulla è compromesso"

22.10.2010 13:41 di Maria Concetta Casales  articolo letto 932 volte
© foto di Federico De Luca
Palermo, Benussi: "Mi spiace che la mia prodezza non è servito a nulla, ma nulla è compromesso"

Francesco Benussi, il vice-Sirigu, come sottolineato dal Giornale di Sicilia, non nasconde la sua amarezza per il risultato, maturato ieri sera, sul terreno del Barbera, che lo  visto tre volte battuto dall'attacco moscovita. Un tre che sarebbe potuto diventare, un quattro, se non avesse parato il rigore, che ha dato la momentanea illusione che il Palermo potesse farcela. "Ero arrabbiato per quell'uscita e volevo rifarmi. Sul rigore sono stato bravo a rimanere fermo fino all'ultimo, ma mi dispiace che la mia prodezza non sia servita a nulla. Abbiamo perso contro una grande squadra, ma sono convinto che la qualificazione è alla nostra portata. Una mano ce l'ha data anche il Losanna che ha pareggiato sul campo dello Sparta-Praga, i nostri avversari sono proprio i cechi. Secondo me possiamo farcela".