Palermo, Brignoli: “Dobbiamo ritrovare continuità per vincere il campionato!”

06.03.2019 16:00 di Alessandra Cangialosi   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, Brignoli: “Dobbiamo ritrovare continuità per vincere il campionato!”

Dopo la vittoria in casa con il Lecce, il Palermo è già concentrato per la partita in trasferta dell’11 marzo con il Venezia. In vista dei prossimi impegni rosanero è intervenuto oggi in conferenza stampa il portiere rosanero Alberto Brignoli, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: “La vittoria con il Lecce era sicuramente super fondamentale a livello di punti, non solo per la classifica, ma anche per il morale! Dobbiamo ritrovare ancora quella continuità che ha fatto la differenza nel girone di andata. Vincere uno scontro diretto poteva aiutare, poi però Brescia e Benevento hanno perso quindi anche la classifica ci ha un po’ sorriso. Con il Lecce abbiamo sofferto un po’ ma con il cambio modulo e grazie al mister siamo riusciti a portare via la partita. È stata per me una partita abbastanza movimentata perché di solito non vengo mai impegnato, l’unica occasione difficile forse è stata quella a fine primo tempo su La Mantia. L’equilibrio è dato dall’obiettivo che ho nella mia testa fin da luglio, sapevo che ci sarebbero state difficoltà anche a livello personale perché arrivavo da tre stagioni con poca continuità, però dentro la mia testa c’è il lavoro, dare grande rispetto ai miei compagni, affidabilità in campo e negli atteggiamenti perché quello che avviene nella partita è la conseguenza poi di tutto ciò che accade in settimana! Non sono leader, sono qui da poco, io cerco di dare serenità e cerco di farmi trovare presente il più possibile, con il tempo si vedrà. Il leader viene poi riconosciuto dagli altri quindi bisognerebbe chiedere ai miei compagni. Il mio obiettivo è la continuità, senza distrarsi troppo con la classifica, ci sono quattro o cinque squadre tutte vicine a distanza di un punto o due e non bisogna distrarsi, l’obiettivo è raggiungere i 70 punti per vincere il campionato”. Ha poi parlato del gol subito nell’ultimo match: “Non so se il gol subito fosse fuori gioco io mi concentro su quello che può essere l’errore da parte nostra. Eravamo sul 2 a 0 e quindi ci è andata bene, prendere gol al 93’ però è fastidioso, dobbiamo trovare il pelo nell’uovo e dare il massimo per evitare errori che possono costare cari. Noi abbiamo l’obiettivo di provare a vincere tutte le partite e quelli che sono i fattori esterni cerchiamo di lasciarli fuori”. Il portiere rosanero ha poi commentato il recente cambio in panchina del Venezia: “Il mister è molto bravo, io ho la fortuna di conoscerlo ed è una bravissima persona e un grande intenditore di calcio, sicuramente ha raccolto meno di quello che meritava in carriera. Mi dispiace per Zenga perché anche lui è stato mio allenatore, anche lui è un ottimo mister, ma purtroppo questo fa parte del calcio. Per il rapporto che ho con entrambi non posso che fare un in bocca al lupo però per Serse dalla prossima partita”. Sulla possibile promozione in Serie B ha poi aggiunto: “Non penso ci siano squadre ammazza campionato perché rispetto allo scorso anno forse ci sono più squadre competitive, tralasciando il Crotone che ha perso il treno e gioca per la salvezza, il Benevento da retrocesso si gioca la Serie A, il Verona ha una grande squadra, il Brescia sta facendo bene, ci siamo noi, il Lecce che è una neo promossa. Ci sono tante squadre forti che hanno trovato il giusto equilibrio ed è difficile staccare e fare la differenza. Credo che la più attrezzata per vincere sia il Benevento, poi il Verona, ma la classifica dice cha siamo noi e il Brescia”. Ha concluso sottolineando la fiducia verso il Presidente e la società: “Per i pagamenti siamo fiduciosi e aspettiamo che il Presidente ci dica come avverranno, ma siamo tranquilli. Ho scelto Palermo perché ho la possibilità di crescere, poter vincere un campionato, poter dimostrare il mio valore”.