Palermo, Castagnini: "Spendiamo meno di squadre che sono dietro"

14.12.2019 08:21 di Claudio Puccio   Vedi letture
© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com
Palermo, Castagnini: "Spendiamo meno di squadre che sono dietro"

Il ds rosanero Renzo Castagnini è stato intervistato da La Repubblica, ecco le sue parole evidenziate da TuttoPalermo.net: "Al Palermo abbiamo un monte ingaggi di 913 mila euro, tanto per la categoria ma poco per una realtà come Palermo, in un campionato in cui squadre costruite per vincere hanno speso anche il doppio di noi. Ma al di là dei soldi, nel calcio ci vogliono passione, serietà e qualche idea. Ci siamo messi di santa pazienza con Sagramola per cercare di fare una squadra velocemente e diciamo che siamo siamo soddisfatti. Quando vedi la squadra giocare, i giocatori crescere e fare bene sei contento, se vengono male sei dispiaciuto. Proprio come un padre con i figli. L’Acireale? Solo una battuta d’arresto, ma che dimostra che non possiamo mollare di un centimetro. Rapporto di lunga data con Sagramola? Bisognava dare all’allenatore, che è stato bravo in così poco tempo, anche una squadra competitiva. Abbiamo messo un’idea l’uno e piano piano è venuto fuori il Palermo. Abbiamo lavorato insieme per tanti anni, ci confrontiamo tantissimo e abbiamo sintonia. Non m’importa niente del tempo libero. Se lavori non pensi ad altro. In questo periodo vedo più lui che mia moglie Renata, con lui ormai faccio tutto. Quando cantano chi non salta è catanese sorrido e mi fa un po’ impressione. A Catania ho giocato 40 anni fa, ormai è il passato. Sono stato bene, ho giocato quasi cento partite, ho vinto un campionato dalla C alla B e poi ho fatto due anni di B. Ho un bel ricordo, mia moglie è di Catania e mi sono sposato lì. Ma ora mi interessa solo il Palermo”.