Palermo, Crivello: "Giocare qui è un sogno"

17.10.2019 08:10 di Claudio Puccio   Vedi letture
Palermo, Crivello: "Giocare qui è un sogno"

Il difensore rosanero Roberto Crivello è stato intervistato dal Corriere dello Sport, ecco quanto evidenziato da TuttoPalermo.net: "Autogol più veloce? Ne avrei fatto a meno. L’ho rivista mille volte la mia 'prodezza'. Ho cercato di proteggere il primo palo, in ritardo e scoordinato, ho colpito di collo pieno. Un eurogol. Ho detto ai ragazzi 'Calmi c’è tutta la partita'. Poi, ho portato il pallone a centrocampo. Siamo una squadra fuori dal comune e ancora non abbiamo espresso in pieno il nostro potenziale. I record non ci interessano. Siamo nati per vincere il campionato. Il resto sono ciliegine. La nostra forza? Gli altri parlano, noi mostriamo la nostra forza in campo. Siamo la squadra da battere e non ci nascondiamo. Abbiamo giocatori di categoria superiore che fanno la differenza. Santana, a 37 anni, corre più di tutti. Siamo un bel mix. Alcuni giovani scalpitano ma non hanno spazio. La gente, per esempio, non conosce Mendola, elemento di primo piano. Per sua sfortuna, andiamo a mille e Pergolizzi ha difficoltà a cambiare. Non vorrei essere nei panni del tecnico. Pergolizzi? Avevo molti amici nella squadra che vinse lo scudetto Primavera con lui. Curiale mi aveva avvisato: 'Un martello e un motivatore, se dai tutto, è felice'. I soldi a cui ho rinunciato? Il Palermo non ha prezzo e c’è Castagnini che conosco dalla Juve. Ho fiducia in lui. Futuro? Un progetto c’è, sia pure a parole. Il mio obiettivo è tornare in A. Tutte quelle sensazioni che non ho vissuto da bambino le sto provando adesso. Mi viene la pelle d’oca quando arrivo allo stadio. Stupendo giocare per la propria città. Un sogno che sono riuscito a realizzare".