Palermo, Di Piazza: "Ai tifosi trasmetto la passione. Arriverà una punta"

12.09.2019 20:46 di Aldo Sessa   Vedi letture
Tony Di Piazza (a sinistra)
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Tony Di Piazza (a sinistra)

Tony Di Piazza, che ha acquisito il Palermo insieme a Dario Mirri, intervistato da Metropolitan Magazine ha fatto un primo bilancio di questo inizio stagione, parlando dei tifosi, ma anche di mercato. Ecco quanto evidenziato da TuttoPalermo.net: “A 8 anni mi sono trasferito in Svizzera con i miei genitori. A 14 anni, sempre insieme a loro, siamo andati a vivere negli States. Il rapporto si è rafforzato negli ultimi 25 anni grazie al NYCANTA (Festival della Musica Italiana di NY) che ha ospitato collaborazioni con diversi artisti italiani e molte iniziative sociali, tra le quali la raccolta fondi per i terremotati in Italia. Non sono il protettore di una fede, non mi accrediti meriti che non mi appartengono. Il mio coinvolgimento è stato possibile grazie all’affetto verso la mia terra d’origine, unita alla passione per il calcio. Sicuramente non per il business. È anche un modo per dare lustro agli emigrati della nostra terra e rispettare i nostri cari antenati. Non siamo più quelli che hanno lasciato la Sicilia con la cosiddetta ‘valigia di cartone’. Ai tifosi cerco di trasmettere un impegno sincero da parte mia, agendo in modo corretto e negli interessi della nostra squadra. Riguardo la campagna abbonamenti siamo tutti soddisfatti anche se personalmente, come la tifoseria, speriamo ancora di ottenere il primato abbonamenti. Siamo una società appena nata e non è semplice costruire un organico che possa combattere su diversi fronti. Con un pizzico di fortuna, anche la partita di Coppa Italia poteva essere nostra ma, chiaramente, è più importante il campionato. Anche il Bari l’anno scorso fu eliminato alla prima, dunque niente drammi. Soddisfatto del mercato? Sicuramente sì. Stiamo lavorando: arriverà una punta alla corte di Pergolizzi”.