Palermo, Fiore: "Rimasi male all'idea di giocare in C, ma con l'Imolese vicini alla leggenda. Palermo, io sono pronto"

15.06.2019 08:43 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Francesco Paolo Palazzo/TuttoPalermo.net
Palermo, Fiore: "Rimasi male all'idea di giocare in C, ma con l'Imolese vicini alla leggenda. Palermo, io sono pronto"

Corentin Fiore, difensore del Palermo di ritorno dal prestito all'Imolese (dove ha ben figurato, con 34 presenze complessive tra campionato e coppa), ha rilasciato un intervista al Corriere dello Sport, parlando della sua esperienza in C ma anche delle aspettative per la prossima stagione. Ecco quanto evidenziato da TuttoPalermo.net: “Essendo reduce da un infortunio, mi mancava il ritmo partita e la difesa era già ben strutturata. Giocai solo cinque minuti con il Carpi e due contro l’Avellino, due vittorie. Il tecnico puntava sul sicuro perché l’obiettivo era la promozione. Andare in prestito mi sembrava la soluzione giusta ma saputo della C, ci rimasi male. Pensavo: 'Ma come? Dalla A alla C in sei mesi!'. Andavo indietro invece di progredire. Una volta ambientatomi, invece, abbiamo sfiorato la leggenda venendo eliminati ai playoff dal Piacenza. Ho scoperto una realtà inimmaginabile. Voglio dimostrare che esisto e voglio mettermi in mostra. Quando la fortuna arriverà, sarò pronto ad acciuffarla. Da Palermo non ho ricevuto messaggi, hanno cose più importanti da fare ed è giusto così. Mi giocherò tutto in ritiro, dove Marino avrà modo di valutarmi. La società vuole puntare sui giovani? Potrebbe essere la carta giusta. Sono pronto”.