Palermo, Lucchesi: "Ho incontrato diversi procuratori, in molti andranno via"

13.06.2019 16:11 di Roberto Ospedale   Vedi letture
Fabrizio Lucchesi
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Fabrizio Lucchesi

A margine del summit fra il nuovo tecnico del Palermo Pasquale Marino, e il direttore generale Fabrizio Lucchesi, quest'ultimo é intervenuto ai microfoni del sito ufficiale dell'U.S. Cittá di Palermo, chiarendo diversi aspetti sulle strategie future del club rosanero nell'ottica di ridimensionamento dei costi, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Sará un ritiro in due fasi una iniziale in Trentino una seconda nel centro Italia, abbiamo siglato i contratti, la macchina organizzativa é avviata e a buon punto", ha parlato dei vari incontri con i pricuratori: "Ho incontrato i procuratori dei giocatori, ho fatto il primo giro di rapporti. Dalla prossima settimana si comincerà a sbloccare qualcosa. Rajkovic? Non c’è possibilità che resti, ha rifiutato un contratto importante di due anni in A, figuriamoci da noi. Rispoli? Mi sembra di capire che sta aspettando la Serie A. È prematuro fargli una proposta per rimanere con noi, ha altre ambizioni. Con Pomini c’è stato un incontro, vogliamo tenerlo così come Brignoli“. Ha poi parlato dell'incontro con Curkovic: “Curkovic? I suoi giocatori sono fuori dalla nostra portata, i loro ingaggi sono così alti che facciamo fatica a cederli ma non vogliamo regalarli. Dobbiamo fare contenti tutti, calciatori e società“. Lucchesi ha inoltre parlato  di Bellusci: “Ho già parlato con il suo procuratore. Alcune squadre di A e B lo vogliono e gli garantiscono lo stesso ingaggio se non superiore. Noi non siamo in grado di pareggiarlo quindi potrebbe essere ceduto. Cercheremo di sostituirlo degnamente”. Il Dg rosanero ha anche parlato a 360º di una serie di avvicendamenti nell'organigramma del Palermo: " Ho parlato con Porchia e lo ringraziato per il lavoro fatto nel settore giovanile in questi 5 anni , ma é  giusto cambiare pagina e dare un taglio con il passato, stesso discorso per tutto lo staff medico, ho ringraziato il dottor Francavilla per lo splendido lavoro svolto", ha inoltre parlato anche delle posizioni di Aladino Valoti e Rino Foschi: " avevo immaginato per Rino (Foschi ndr) un ruolo nel nostro staff, lo stimiamo e gli vogliamo bene tutti ma lui per soli sei mesi da proprietario ha forse dimenticato che nella nostra carriera sia io che lui siamo sempre stati dei dipendenti , di lusso ma pur sempre dipendenti , ho provato a farglielo capire ma oggettivamente lo conosciamo tutti ha un carattere particolare, per il momento la sua posizione risulta in sospeso, la esamineremo con calma, la considero la mia prima sconfitta a Palermo,  per quanto riguarda Valoti , é qui da 3 anni ed ha lavorato due mesi e mezzo anche questa situazione andrà riesaminata con calma, per adesso il ruolo del ds classico é congelata, mi circonderó di un paio di giovani da formare regolarmente iscritti ma non ancora a regime", ha infine parlato della possibile conferma di "Totó" Antonio Di Natale nello staff tecnico di Marino: "Antonio lo considero un nipote l'ho visto crescere e poi diventare il campione che tutti conosciamo, saremmo lieti di averlo qui con noi, ma ha dei problemi familiari logistici da risolvere con calma quindi non é certo che si aggreghi a noi in questa esperienza".