Palermo, Mirri. "Documentazione? Non sto chiedendo la luna, anzi..."

25.02.2019 11:50 di Rosario Carraffa  articolo letto 447 volte
© foto di Francesco Paolo Palazzo/TuttoPalermo.net
Palermo, Mirri. "Documentazione? Non sto chiedendo la luna, anzi..."

Dario Mirri ​​​​​​è tornato a parlare tramite il Giornale di Sicilia, ecco quanto evidenziato da TuttoPalermo.net: "Io voglio contribuire affinché questa documentazione sia la più completa e trasparente possibile. Non sto chiedendo la luna, anzi mi chiedo se gli inglesi abbiano chiesto qualcosa sui contenziosi in corso. C’è stato il bilancio, che è un documento pubblico, ma quando acquisisci una società, acquisisci anche i suoi debiti: bisogna capire che debiti siano. Se si parla da anni di una cessione societaria perché questi documenti non erano già pronti? Io voglio aprire viale del Fante, chiedo l’autorizzazione a rendere pubblici questi documenti perché non ho niente da nascondere. Non sono nel dettaglio cosa manchi, Sagramola se ne sta già occupando in prima persona ma c’è ancora tanto da fornire”. C'è una penale di 5 milioni nel caso in cui il venditore non riesca a cedere le quote societarie entro i termini stabiliti, ecco cosa dice in proposito Mirri: "Questo è nell’ipotesi in cui arriva qualcuno disposto ad acquistare il Palermo e la De Angeli, proprietaria delle quote, decidesse di non vendere. L’hanno messa gli avvocati ma quello è lavoro loro. Se però Foschi parla di due possibili gruppi non credo abbiano intenzione di restare proprietari. L’acquirente? Se lo trovo io o lo trova Foschi è la stessa cosa. Non è che guadagno qualcosa se trovo io l’acquirente".