Palermo, Orlando: "La nuova società dovrà far rinascere l’amore per il calcio..."

12.07.2019 12:10 di Tutto Palermo Redazione   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, Orlando: "La nuova società dovrà far rinascere l’amore per il calcio..."

Il Sindaco Leoluca Orlando ha parlato oggi in conferenza stampa in merito al bando che ci sarà per il nuovo Palermo, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "La responsabilità è soltanto mia, gli uffici hanno già predisposto l’avviso pubblico. C'è stata anche una modifica gestionale con il presidente Albanese, che ha lasciato la carica di presidente e che spero possa chiarire quello che è accaduto, anche sinceramente per se stesso. Ho chiesto aiuto all’onorevole Vizzini ed all’avvocato Di Franco nell’emanare un avviso. Laddove una squadra non dovesse iscriversi nel campionato di competenza, il Sindaco della città può indicare una società per l’iscrizione in Serie D. L’avviso pubblico prevede un percorso per arrivare all’individuazione della società proposta alla Lega e alla Federazione per l’acquisizione del club. Ho ricevuto decine di mail per quanto concerne l’acquisizione del club rosanero. Come avevo preannunciato, ho seguito le vicende del Palermo, formulando l’auspicio che si trovasse una nuova compagine e che si mantenesse la serie B, dopo la penalizzazione di 20 punti. Ho seguito costantemente le vicende, tramite contatti continui con Figc e Lega B. Ho sempre voluto che gli organi competenti fossero riconosciuti per non incombere in uomini mascherati o aspiranti 'Beati Paolì. Si è creata una situazione surreale con coloro che avrebbero dovuto provvedere a determinati adempimenti che non hanno agito. L’azionariato popolare deve essere del 10% ed è uno dei criteri di valutazione positiva, non è una condizione per partecipare. Inoltre si dovrà indicare come si pensa di coinvolgere l’amministrazione comunale. Il business plan deve prevedere anche un impegno a tutela dei vecchi dipendenti. Bisogna dimostrare la solvibilità economica e finanziaria. Chiediamo l’ultimo bilancio approvato. Dovranno impegnarsi a richiedere l’iscrizione alla D, a produrre un versamento di minimo 300 mila euro a garanzia, ad accettare tariffe e condizioni in vigore per la concessione dello stadio Barbera, a pagare tutti gli oneri nei confronti dell’amministrazione comunale. C’è differenza con 32 anni fa. A quei tempi abbiamo perso un anno, ora la Serie B. La tifoseria l’ho vista sconvolta ma liberata, provata da tre anni di sofferenza che hanno sfiancato tutti. La nuova società dovrà far rinascere l’amore per il calcio a Palermo. Il punto 2 del piano triennale prevede anche gli investimenti sulle strutture. Il piano triennale serve per stabilire che bisogna tornare nel calcio professionistico al più presto. Oggi si chiude la vicenda della “vecchia” gestione. Il Consiglio Federale decide. Se il Palermo non fosse in B, scatta il meccanismo che abbiamo illustrato. Non possiamo aspettare oltre. La sede legale deve essere a Palermo. Scadenza: entro le ore 20 di giorno 23 luglio, con PEC. Vogliamo dare a chi partecipa un po’ di respiro. L’avviso pubblico prevede un percorso per arrivare all’individuazione della nuova società per l’iscrizione in Serie D, ai sensi dell’articolo 52 comma 10".