Palermo, Stellone: "Pensiamo solo al campo. Chochev e Moreo dal primo minuto. L'unico obiettivo è vincere la partita"

07.12.2018 13:10 di Aldo Sessa  articolo letto 294 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Palermo, Stellone: "Pensiamo solo al campo. Chochev e Moreo dal primo minuto. L'unico obiettivo è vincere la partita"

Roberto Stellone, tecnico del Palermo, ha parlato in conferenza stampa presso la sala stampa dello stadio "Renzo Barbera", alla vigilia della partita con il Padova, trattando diversi argomenti, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Noi dobbiamo pensare esclusivamente al campo. Le vicende societarie sono importanti, ma noi dobbiamo isolarci. I giocatori non devono distrarsi per questo. Ci si può distrarre quando se ne parla per 5-6 mesi e magari si pensa al fallimento e i calciatori vedono svanire il loro contratto. Ma non è il nostro caso perché il 15 arriverà la tranche degli stipendi. La Serie A è un obiettivo importante per tutti e non possiamo sbagliare. Parlo ogni giorno con il direttore Foschi e noi siamo concentrati sulle partite che andremo a disputare nei prossimi giorni. Dobbiamo rimanere concentrati e cercare di fare il maggior numero di punti possibili nelle prossime uscite. Chochev? E' un giocatore pienamente recuperato. Ha sempre avuto la voglia di tornare con la squadra, cercando anche di accorciare i tempi. È un giocatore forte sul quale puntiamo. Con l’assenza di Jajalo ho preferito farlo partire dall’inizio e non è una bocciatura per chi resta in panchina. Chochev è importante per noi. Giocando con due esterni d’attacco è necessario il sacrificio in copertura da parte delle punte. Domani avrò bisogno di maggiore presenza in area di rigore e per questo ho deciso di puntare su Moreo. Valutando molti aspetti abbiamo avuto alcuni problemi di calciatori che non stavano benissimo. Struna non ha recuperato, Bellusci ha saltato qualche allenamento. Domani affronteremo una squadra che merita rispetto. Stanno attraversando una crisi di risultati ma dobbiamo giocare questa partita come fosse l’ultima del campionato. Noi nei 95′ di partita dobbiamo essere bravi a non pensare a cose extracalcistiche, dobbiamo solo pensare al lavoro fatto in settimana e non pensare a Richardson, Platt o Zamparini, ma farle il nostro lavoro in campo con il massimo impegno, come sempre. Se andrà male non attribuirò sicuramente le colpe a quanto accaduto fuori il campo, noi vogliamo vincere tutte le partite e da come si allenano i ragazzi non pensano a queste cose. Domani dovremo calciare di più in porta. Giocheremo il match con la voglia di portare a casa i tre punti fin dal primo minuto. Trajkovski e Nestorovski non devono pensare all’astinenza da reti. Nell’ultimo periodo stanno correndo di più e ciò che ci interessa è il bene della squadra. Fare 30 gol non significa vittoria del campionato, se tutti segnano è merito anche degli attaccanti. A me interessa poco chi segna. Non devono preoccuparsi di questo. Le soluzioni del gol devono essere trovare per mettere in difficoltà il Padova. Stiamo facendo un ottimo campionato e siamo tra le candidate alla promozione diretta. Dobbiamo dunque pensare solo al nostro lavoro e ad allenarci sempre nel migliore dei modi. Durante la partita dobbiamo essere organizzati per qualsiasi situazione di gioco. Sono sicuro che i ragazzi rimarranno concentrati esclusivamente su quello che dovranno fare in campo. Domani dovremo scendere in campo con l’unico obiettivo di vincere la partita. I ragazzi si stanno allenando al meglio".