Palermo, Stellone: "Uniti senza pensare ad altro"

08.02.2019 08:57 di Roberto Ospedale   Vedi letture
Palermo, Stellone: "Uniti senza pensare ad altro"

Il tecnico rosanero Roberto Stellone é intervenuto ai microfoni del sito ufficiale del club di Viale del Fante ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Dopo il discorso di Bellusci e del direttore (Rino Foschi ndr.) siamo ancora più compatti, quello di Bellusci é stato uno sfogo di un calciatore di un uomo che da tutto insieme allo staff ed ai suoi compagni. Questa situazione in cui ci troviamo non ci piace ma se siamo più uniti e più compatti ne possiamo uscire tutti insieme, Haas ed Aleesami sono recuperati e molto probabilmente faranno parte della partita". Ha poi analizzato la sfida contro il Foggia e parlato del prossimo avversario: "Contro il Foggia ho visto una squadra che ha provato a vincere fino alla fine e negli ultimi dieci minuti ha rischiato anche di perderla. I ragazzi hanno speso molto atleticamente ma se analizziamo la partita meritavamo di vincerla é un momento che non ci gira neanche bene, qualche mese fa a volte vincevamo alla prima occasione. Adesso non siamo riusciti a concretizzare la grande mole di gioco, io sarei da allenatore più preoccupato se i miei ragazzi non riuscissero a creare situazioni di gioco in quel caso sarebbe un problema di natura tattica. Rispetto a molte partite in serie B, abbiamo creato tante situazioni che abbiamo sbagliato sia per nostra imprecisione sia per la bravura del portiere avversario. In quanto al Perugia é una squadra giovane che gioca bene ed é sicuramente più riposata di noi venendo dal turno di riposo, loro cercheranno sicuramente di batterci ma il Palermo non sarà da meno per uscire da questa situazione un po' particolare. Nella scorsa partita alcuni giocatori hanno avuto i crampi ma non sono particolarmente preoccupato infatti analizzando i dati e le statistiche del gps i ragazzi hanno corso più del solito forse é stata la partita dove abbiamo corso ed accelerato maggiormente in tutto il campionato. A parte i discorsi societari i ragazzi in allenamento mi danno ampie garanzie e segnali confortanti, quindi abbiamo tutte le carte in regola per uscire da questa situazione".