Ludos Palermo, altra quaterna stavolta al Marsala

 di Tutto Palermo Redazione  articolo letto 70 volte
Fonte: Ufficio Stampa Ludos
© foto di Bartoli Davide
Ludos Palermo, altra quaterna stavolta al Marsala

La Ludos, con una quaterna, batte il temibile Marsala ed infila la seconda vittoria consecutiva su altrettante partite finora disputate. Ottima la partenza delle ragazze allenate da Antonella Licciardi. Al 2', su schema di angolo, La Mattina scambia con Intravaia e poi lascia partire un tiro che attraversa pericolosamente lo specchio della porta. Al 5' tiro svirgolato di Gerardi che diventa un assist per Cammarata, la sua conclusione però è debole e fuori bersaglio. Al 9' botta di Provenza leggermente deviata quel tanto che basta per far finire la palla a lato. Al 10' ci pensa capitan Roberta La Cavera a suonare la carica e a sbloccare il risultato con un gol fantastico realizzato in acrobazia. Al 14' azione insistita di La Cavera, la sfera perviene a Dragotto ma il suo tiro è respinto da Sabella. La Ludos sciupa altre due buone occasione con Intravaia (25') e Priolo (27'). Al 32' Dragotto va vicina al gol centrando la traversa. Il Marsala si fa vivo al 36': lancio per Termine che però conclude male. Al 38' tiro di Giamo, sulla respinta corta del portiere si avventa La Cavera ma Sabella si oppone ancora una volta. Al 44' Campanella chiude bene su Cammarata. Nella ripresa si scatena Dragotto. Al 10' e al 12' la bomber spreca due buone occasioni. Un minuto dopo Ciancimino salva sulla linea negando la gioia del gol a Gaaliche. Il raddoppio è maturo ed arriva al 16' con Dragotto che sfrutta alla perfezione l'assist di La Cavera. Poi Gaaliche indossa i panni di assist woman e sforna una serie di inviti a rete: al 32' Buttacavoli non centra la porta mentre Dragotto ringrazia e tra il 34' e il 37' mette a segno altre due reti. Il Presidente Cinzia Valenti, a fine gara, fa una menzione speciale per questo importante successo: "La vittoria e il primo posto li dedichiamo al nostro dirigente Salvatore Bommarito, scomparso prematuramente a metà novembre. Infatti è stata una figura fondamentale per la nostra società".