Palermo, ecco come funziona l'azionariato popolare

07.08.2019 19:36 di Claudio Puccio   Vedi letture
Fonte: ssdpalermo.it
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, ecco come funziona l'azionariato popolare

Il nuovo Palermo è il frutto di “una rivoluzione etica, votata alla trasparenza e alla partecipazione”, come recita il nostro manifesto. Per questo, come previsto anche dall’avviso pubblico del Comune di Palermo, la Palermo ssd a r.l. ha inserito nel proprio statuto un’apposita clausola dedicata all’azionariato diffuso: il 10% del capitale sociale viene messo a disposizione dell’Ente rappresentativo di almeno 100 tifosi che si offrirà di sottoscrivere e versare una somma fino all’importo massimo di euro 1,5 milioni di euro.

Ciò significa che, se vuoi sostenere il Palermo con il tuo contributo, potrai farlo aggregandoti a uno dei gruppi che stanno raccogliendo le adesioni per proporsi come soggetto unico di rappresentanza dell’iniziativa popolare nei confronti della Società. Solo uno dei gruppi candidati sarà scelto per entrare nel capitale sociale. Quindi è a loro che dovrai rivolgerti per partecipare in prima persona all’iniziativa. Ma chiunque, anche in un secondo momento, potrà aderire all’Ente prescelto.

Tutti i contributi raccolti dall’azionariato diffuso saranno destinati alla costruzione del nuovo centro sportivo: un tassello fondamentale per il futuro della squadra e più in generale dello sport a Palermo. Una “fabbrica di talenti” dove poter coltivare i campioni di domani direttamente nel nostro territorio. È il primo investimento, per importanza e urgenza, che il nuovo Palermo intende attuare.

Ogni tifoso contributore verrà considerato a tutti gli effetti un “socio fondatore” e per questo sarà citato con nome e cognome, a futura memoria, nel sito e negli altri materiali di comunicazione della società. In più, ogni socio dell’Ente che verrà scelto riceverà una speciale Palermo Card con benefit esclusivi.

Come verrà scelto il soggetto a cui affidare il 10% del capitale sociale?
Ogni gruppo di almeno 100 tifosi può candidarsi mandando una pec all’indirizzo palermocalcio@pec.it, allegando atto costitutivo e statuto dell’Ente rappresentativo, oltre all’elenco con le generalità di tutti i soci aderenti.

In caso di più candidature, la Società assegnerà la corrispondente quota del capitale sociale all’Ente che per primo avrà offerto l’importo più alto.

Il termine ultimo per la presentazione della candidatura è fissato al 31 di ottobre 2019 e non potranno essere ammesse offerte di singole persone fisiche.

L’Ente rappresentativo dovrà essere composto da soggetti che presentino precisi e determinati requisiti di moralità e professionalità e dovrà agire mediante un rappresentante comune.

Il tutto è meglio specificato all’art. 9 dello Statuto che puoi trovare qui.

#siamoaquile, torniamo a volare insieme!

TuttoPalermo.net evidenzia che la Società ha anche comunicato il nome del gruppo che ha fatto pervenire la prima offerta: si tratta di Palermo FBC 1900 - Supporters Trust, gruppo che aveva anche partecipato al bando per l'assegnazione del titolo sportivo.