Palermo, il trionfo di Delio Rossi. Quando un tecnico ha gli attributi..

26.01.2011 00:26 di Giuseppe Nigliaccio  articolo letto 936 volte
© foto di Federico De Luca
Palermo, il trionfo di Delio Rossi. Quando un tecnico ha gli attributi..

La partita di questa sera ha tanti volti, tanti nomi e tante chiavi di lettura. Iniziamo con Federico Balzaretti, che su e giù per la fascia sinistra ha regalato ai tifosi rosanero una prestazione storica, fatta di corsa, perizia ed autorità in difesa, e accelerazioni sempre brucianti: attualmente è il miglior terzino d’Italia. Un altro volto è quello imbronciato di un Fabrizio Miccoli che, scuro in viso al momento della sostituzione, è il primo a saltare dalla panchina per festeggiare. I tifosi rosanero questa sera hanno conosciuto anche un nuovo volto, ovvero quello di Jara Martinez, che dopo un bel po’ di tempo passato a correre qua e là in campo, impaurito dall’emozione dell’esordio, non ha ceduto alla pressione di dover calciare il rigore decisivo e si è consegnato agli annali rosanero. Vogliamo chiudere questo nostro elogio, con il volto di una persona che ha veramente gli attributi: Delio Rossi. Il presidente dice che non arriveranno nuovi attaccanti come da lui richiesto? No problem, il tecnico romagnolo sostituisce un esausto Miccoli con uno sconosciuto sudamericano non ancora maggiorenne, e gli affida il rigore decisivo. Queste sono scelte che solo chi crede nel proprio lavoro può fare, e ci sentiamo di sottolineare come Rossi portando avanti senza timore le proprie convinzioni, sia divenuto sempre di più il comandante in cui i soldati/giocatori ripongono la loro cieca fiducia; speriamo arrivi il momento in cui il presidente assecondi le sue ragionevoli richieste di mercato.