Palermo, spunti dall'amichevole: La Gumina goleador, nuovo ruolo per Ruggiero

 di Calogero Parrino  articolo letto 476 volte
Bruno Tedino
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Bruno Tedino

Amichevole poco impegnativa, ma comunque interessante, quella vinta ieri dal Palermo con il risultato di 13-2 contro l’FC Bad Kleinkirchheim. Il mister Bruno Tedino, alla prima sulla panchina rosanero, ha deciso di optare sia per la prima che per la seconda frazione sul 3-4-2-1; modulo che, in sede di mercato, costringerà ai salti mortali il ds Fabio Lupo. Il reparto dei centrali di difesa è infatti, come anticipato da TuttoPalermo.net, quello che presenta maggiori lacune. Da segnalare, nel corso del secondo tempo, l’utilizzo con la fascia di capitano al braccio del giovane Andrea Accardi, per il quale è sempre più probabile una permanenza in rosanero. Tra i quattro di centrocampo da notare invece la posizione di Gennaro Ruggiero, utilizzato non in mezzo al campo ma libero di scorrazzare lungo la fascia. Scelta tattica che lascia intendere come, oltre ad Eddy Gnahorè (per il cui acquisto si attende soltanto l’ufficialità),  dovrebbe esserci almeno un altro innesto nel centrocampo rosanero. In avanti, ottima la prestazione di Antonino La Gumina, autore di una tripletta. L’attaccante, che piace molto al patron Maurizio Zamparini, dovrebbe contendersi con Norbert Balogh, al momento ai box, il ruolo di vice-Nestorovski.  Non deve invece trarre in inganno l’utilizzo di Fabrizio Alastra a guardia della porta nel corso della ripresa. L’estremo difensore infatti, di ritorno dal prestito al Benevento, è pronto a lasciare nuovamente Palermo per la volta di Trapani.