Palermo, tutte le inadempienze della proprietà

05.07.2019 12:13 di Claudio Puccio   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, tutte le inadempienze della proprietà

L'edizione odierna del Giornale di Sicilia chiarisce meglio alcuni dettagli relativi alla bocciatura della richiesta di iscrizione del Palermo da parte della Covisoc. Non solo la mancata fideiussione giustificata, a detta di Salvatore Tuttolomondo, da una truffa subita ma anche tante altre anomalie: nessun pagamento degli emolumenti ai tesserati, mancato pagamento dell'ammenda di 500 mila euro per la vicenda riguadante gli illeciti amministrativi 2014-2017, mancato pagamento della clausola anti esonero per Roberto De Zerbi (anche se qui vi è un contenzioso in corso). Ma c'è di più, per quanto riguarda il ripianamento patrimoniale da 8,3 milioni, tanto sbandierato, alcuni pagamenti di debiti sociali sarebbero stati eseguiti da soggetti che non corrisponderebbero al socio controllante, ovvero Sporting Network, e altri pagamenti sarebbero stati coperti con presunti crediti che hanno generato dubbi in merito alla loro autenticità. Una situazione paradossale che rende impossibile comprendere come i Tuttolomondo volessero ottenere l'iscrizione al campionato.