Serie B, Cremonese-Palermo: le pagelle rosanero

 di Aldo Sessa  articolo letto 441 volte
Bruno Tedino
© foto di www.imagephotoagency.it
Bruno Tedino

Ecco le pagelle di TuttoPalermo.net del Palermo dopo la vittoria rosanero contro la Cremonese:

Pomini 7: inoperoso per gran parte del match, incolpevole sul gol di Claiton, strepitoso sulla botta da fuori di Pesce. Fornisce quella dose di esperienza e sicurezza che non guasta mai;

Struna 6,5: nonostante sia spostato sulla destra riesce a fornire una prestazione ottimale, sempre puntuale nelle chiusure difensive e anche un pò fortunato nell'occasione del rigore non dato alla Cremonese;

Bellusci 6: ritorna dopo un infortunio fastidioso ma soffre ben poco, uno come lui serviva come il pane viste le assenze accumulate in difesa;

Szyminski 6: solita prova concreta del polacco: ogni volta si nota poco in campo, eppure quasi mai gli avversari riescono a sfondare dal suo lato;

Rispoli 6,5: complessivamente una buona partita, soprattutto in fase offensiva così come a Pescara: il suo gol ha permesso di pareggiare immediatamente la partita senza sprecare troppe energie fisiche e mentali nel rincorrere l'avversario. Nella fase finale della partita cala un pò e gli avversari ne approfittano;

Murawski 6: una partita meno brillante del solito per l'altro polacco oggi in campo, ma oggi si è sacrificato molto in copertura e già da qualche settimana Tedino sottolinea che avrebbe bisogno di rifiatare un pò: quindi non ce la sentiamo di dargli un insufficenza;

Jajalo 6: fa qualche passaggio indietro in meno e la prestazione migliora, una prova solida che lascia ben sperare anche per il futuro;

Chochev 7: è suo il gol che permettere di conquistare match e testa della classifica, ma soprattutto è un giocatore ritrovato, finalmente non più evanescente ma concreto e puntuale sia in fase difensiva che offensiva. Magari non sarà (e non lo è, intendiamoci) un fuoriclasse, ma potrebbe essere un jolly importante per i rosanero;

Embalo 6: sperimentato esterno sinistro nel centrocampo a cinque di mister Tedino soffre un pochino in fase difensiva, anche se gli riescono alcune chiusure. Non è il suo ruolo, ma in quelle partite difficili da sbloccare può essere il giusto strumento per scardinare la difesa avversaria, così come accaduto in occasione del gol di Chochev (dal 80' Monachello S.V.);

Coronado 6: come sempre partita di sacrificio: rientra sempre a centrocampo, si batte come un leone per trovare un fazzoletto di terra per potere dal lustro al suo estro e, quando ci riesce, Rispoli ringrazia e segna (dal 71' Fiordilino 6: copre molto di più di Embalo. Forse più adatto in questo ruolo rispetto al guineano);

Nestorovki 6: il capitano si batte per tutto il campo, si fa sentire con gli avversari e non disdegna il corpo a corpo, una fortuna che un Nestorovski non sia andato in nazionale;

Tedino 6: nonostante non abbia praticamente dall'inizio dell'anno la rosa al completo, riesce sempre a mettere in campo la formazione migliore. Molti dei meriti di questo primato è sicuramente suo.