Serie D, Palermo e Bari a confronto. La cavalcata dei pugliesi fu tanto diversa da quella dei rosanero?

20.01.2020 21:38 di Francesco Paolo Palazzo   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Serie D, Palermo e Bari a confronto. La cavalcata dei pugliesi fu tanto diversa da quella dei rosanero?

Vittoria importante quella ottenuta dal Palermo di Rosalio Pergolizzi al termine dei 90 minuti giocati contro il Roccella. Successo che ha permesso ai rosanero di allungare in classifica con 5  punti di vantaggio sul Savoia, fermato in casa dal Marina di Ragusa sullo 0-0, ma che non ha spazzato via i dubbi di molti tifosi che, ancora una volta, hanno criticato l'allenatore per un gioco non eccelso. Anche la società, negli ultimi tempi, è finita nel mirino della tifoseria, rea di non aver cambiato la guida tecnica dopo le ultime prestazioni e di non aver "investito a sufficienza" in questo mercato invernale. Sempre più spesso viene fatto il paragone con un'altra nobile decaduta che è dovuta ripartire dalla serie D, il Bari di De Laurentis che vinse il campionato davanti alla Turris conducendo tutta la stagione in testa alla classifica. Ma siamo sicuri che il cammino dei rosanero sia molto diverso da quello dello scorso anno dei pugliesi? Il Palermo al termine della 20esima giornata appena giocata si trova al primo posto con 48 punti, seguito appunto dal Savoia con 43 (-5). Terzo posto per Fc Messina a 36 punti (-12). E il Bari 2018/19? Alla 20esima giornata i pugliesi avevano 49 punti, seguiti dalla Turris con 40 punti (-9) e dal Marsala, al terzo posto con 32 punti (-17). Si evince quindi che il numero di punti conquistati a questo punto è praticamente lo stesso. Il divario sulle inseguitrici, invece, appare leggermente più ampio ma la squadra campana  pagava 2 punti di penalizzazione e anche qui, dunque, non si può parlare di tanta differenza rispetto al cammino dei rosanero. Ultima cosa che viene rimproverata alla squadra di proprietà di Dario Mirri è l'enorme vantaggio dilapidato durante le ultime giornate. La squadra rosanero ha raggiunto il massimo vantaggio alla decima giornata con 9 punti sulla diretta inseguitrice (l'Acireale) mentre erano 13 i punti sul Savoia. Il Bari dello scorso hanno ha raggiunto il massimo vantaggio alla 19esima giornata con 12 punti di distacco ridotti poi a 6 alla 22esima (minimo vantaggio di tutto il campionato). Dai numeri si evince come gli andamenti delle due squadre siano molto simili. Forse le 10 vittorie di fila d'inizio campionato avevano illuso tutti di poter vincere con mesi di anticipo ma le avversarie si sono dimostrate forti, forse più rispetto alle rivali dei pugliesi dello scorso anno. Questo deve far pensare e ben sperare il popolo rosanero, che deve essere consapevole della forza della squadra, sicuramente ben attrezzata per arrivare al raggiungimento dell'obiettivo finale, quello della promozione in Serie C.