ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Avv. Varano: "I margini per ribaltare la sentenza sembrano minimi, ma la giustizia sportiva non è nuova a decisioni imprevedibili"

13.05.2019 18:06 di Rosario Carraffa   Vedi letture
ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Avv. Varano: "I margini per ribaltare la sentenza sembrano minimi, ma la giustizia sportiva non è nuova a decisioni imprevedibili"

L'Avv. Cristina Varano, Procuratore Federale, esperta di diritto sportivo, intervistata in esclusiva dai microfoni di TuttoPalermo.net, ha parlato della sentenza di primo grado da parte del Tribunale Federale Nazionale (TFN), che ha accolto le richieste da parte della Procura Figc, con il Palermo all'ultimo posto in classifica.

Un sentenza di primo grado davvero molto dura per il club rosanero, cosa può dirci in proposito?

"Difficile parlare senza le carte in mano, e, con la mentalità di procuratore federale, è quasi impossibile esprimersi. Tuttavia, può dirsi che l’esame del tribunale appare ponderato perché se è vero che il collegio di primo grado ha accolto le richieste della procura federale sul Palermo, nel contempo ha ritenuto invece di dichiarare inammissibile il deferimento di Zamparini: quindi valutazioni autonome e non seriali, il che è generalmente sintomo di una lettura e una valutazione ragionata. La procura, secondo il tribunale, è riuscita a dare la prova degli addebiti contestati: si rammenti, ai fini di una corretta interpretazione dell’attività della procura, che il Grado di prova che deve essere raggiunto è quello del ‘ più probabile che non’ E non del  ‘ al di là di ogni ragionevole dubbio’ come è richiesto nel penale. Stesso atteggiamento il Tribunale ha tenuto durante lo svolgimento del giudizio, a mio parere, e sempre per quel che posso leggere dai giornali, in quanto non ha ammesso se non l’intervento di una società, il Benevento, a fronte di un ricorso di nove società: anche questa è la dimostrazione di un esame puntuale di ogni posizione processuale e sostanziale. Legittimamente, nel rispetto dei principi del contraddittorio, del giusto processo, della Impugnabilità di ogni decisione, il Palermo interporrà appello, valorizzando le tesi già esposte e puntando a eventuali vulnus della Sentenza di primo grado. Da quel che ho capito, le ragioni delle difesa vertevano soprattutto su eccezioni preliminari, che saranno certamente riesaminate in appello. Scenari aperti, di cui attendiamo esiti. I margini per ribaltare la sentenza sembrano minimi, ma la giustizia sportiva non è nuova a decisioni imprevedibili".