ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Ex Palermo, Lugnan: "Non conosco Baccaglini quindi non giudico. Il Palermo ha deluso ma la salvezza è ancora possibile"

 di Marcello Scuderi  articolo letto 269 volte
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Ex Palermo, Lugnan: "Non conosco Baccaglini quindi non giudico. Il Palermo ha deluso ma la salvezza è ancora possibile"

Luca Lugnan, ex attaccante del Palermo nella stagione 1999/2000 (31 presenze e 6 reti), è stato intervistato in esclusiva da Rosario Carraffa e Francesco Paolo Palazzo​ per TuttoPalermo.net durante "Today Sport", trasmissione in onda in radio e tv ogni sabato e domenica dalle 14:05 alle 17:00 su Radio Tivù Azzurra.

Parlando della Serie A in generale, come vedi la lotta salvezza?
"Credo che la stagione del Palermo abbia deluso le aspettative, chiaro che sulla carta la squadra non è all'altezza ma trovarsi in una situazione tanto critica è dura. L'Empoli è una squadra abituata a lottare per la salvezza, sarà lotta vera fino alla fine".

Da ex attaccante come valuti Nestorovski, arrivato in doppia cifra nonostante le difficoltà?
"Sicuramente è un buon giocatore, non dimentichiamo che è la sua prima stagione in Italia. Avrebbe avuto bisogno del supporto di tutta la squadra, non può essere sempre lui a buttarla dentro. Vedo che ultimamente anche Diamanti sta giocando poco, peccato perchè ha le qualità per poter dare una mano alla squadra, è uno che ti può risolvere la partita anche con un calcio piazzato, ha bisogno di ritrovare fiducia e giocare in una posizione che gli compete".

Cosa ne pensi del nuovo presidente Paul Baccaglini?
​"Non lo conosco e non conosco la sua storia, l'ho visto anni fa in tv ma niente di più. Non mi meraviglio di nulla, in questi anni a Palermo abbiamo visto tanti ribaltamenti. Non mi sbilancio in giudizi perchè non conosco la persona, posso solo sperare che dietro ci sia un programma serio con una programmazione all'altezza a prescindere dalla categoria in cui giocherà la formazione rosanero nella prossima stagione".

La salvezza è ancora possibile?
"Sì, assolutamente, la speranza è l'ultima a morire. Ci sarebbe bisogno di un grande attaccamento da parte dei tifosi per dare una mano alla squadra perchè questo potrebbe fare la differenza. La gente di Palermo deve crederci, l'Empoli è in un momento difficile quindi credo che ancora nulla sia scontato, due vittorie nelle prossime due gare possono riaprire tutto".

Parlando invece in chiave europea, la Juventus ha pescato il Barcellona. Come la vedi?
"E' innegabile che la squadra più forte sia il Barcellona, la Juventus potrebbe sfruttare il fattore campo all'andata ma poi al Camp Nou è dura, i blaugrana sono una squadra di "mostri" e credo che dopo la remuntada contro il PSG il morale sia alle stelle".