ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Marsala, Presidente Cottone: "Campo pronto. In casa nostra costruiremo la salvezza. Palermo tra le favorite, ma non sarà semplice"

31.08.2019 18:30 di Aldo Sessa   Vedi letture
ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Marsala, Presidente Cottone: "Campo pronto. In casa nostra costruiremo la salvezza. Palermo tra le favorite, ma non sarà semplice"

Il Presidente ed Amministratore Delegato del Marsala Calcio, Domenico Cottone, è stato intervistato in esclusiva da Rosario Carraffa e Gabriele Di Tusa per TuttoPalermo.net, parlando delle condizioni del campo e del match che la propria squadra giocherà contro il nuovo Palermo.

Già in settimana ci siamo sentiti per le condizioni del campo, e si poteva constatare come lo stesso stesse migliorando. Quali sono le ultimissime sul terreno di gioco?

"Le ultimissime verranno pubblicate sui canali Facebook, ma posso dire che la ditta Palumbo ha tagliato l'erba e segnato il campo".

Quindi ormai siamo prossimi ad una partita dove entrambe le squadre cercano la piena posta in palio. Il Marsala non si nasconde

"No, non ci nascondiamo: in casa non siamo facili da battere e il nostro è un campo difficile, con una tifoseria calda. Sicuramente ambiamo entrambi dei 'problemi': noi siamo più avanti nella preparazione rispetto a loro, anche noi abbiamo una squadra nuova, con tanti giovani, così come loro sono una squadra costruita da zero. Sicuramente le ambizioni sono diverse, chi gioca contro il Palermo gioca contro una grande. Le motivazioni fanno la differenza. In ogni caso che vinca il migliore".

Quanti spettatori saranno previsti, alla vigilia di questa gara?

"Penso che dovremmo raggiungere tranquillamente i 5000 tifosi"

Per andare in C, si deve vincere il girone altrimenti è dura...

"L'unica forma è la promozione della prima ad accesso diretto. I playoff non servono a nulla: lo scorso anno li abbiamo fatti. Solo due squadre hanno fatto richiesta di ripescaggio, e solo una l'ha ottenuta, peraltro senza vincerli. Sostanzialmente una squadra di D che può ottenere il ripescaggio sono quelle che hanno la potenza economica di mettere i soldi sul piatto. Se dimostri di potere affrontare la C, comunque vieni ripescato, anche senza vincerli. So che da poco c'è stata una proposta di alcuni presidenti di D per modificare questa normativa, ma mi sembra molto difficile da fare".

Hai avuto contatti con Dario Mirri?

"Con Dario, che è un mio carissimo amico, ci siamo scambiati messaggi perchè io avevo preparato un gagliardetto speciale per questa partita. Lui invece ha mandato una maglia speciale per la stessa: una per me e una per lui. So che non sarà presente allo stadio, si è scusato è mi ha mandato questo messaggio scusandosi perchè non può venire per impegni di lavoro. Mi spiace, ma avremo modo, penso e spero, in Coppa Italia di incontrarci o quanto meno al match di ritorno al Barbera".

Quali sono le squadre che vedi meno pronte per questo campionato?

"No, non esiste: l'anno scorso il Messina era una delle squadre papabili per la promozione ed ha rischiato di retrocedere. Una società come la Rotonda, che ha speso un sacco di soldi è retrocessa. Ci sono alchimie particolari, squadre che partono in una certa maniere e poi perdono tutte le partite".

E se ti dico per la promozione: Palermo, Savoia e i due Messina, ne aggiungeresti altre?

"Aggiungerei l'Acireale. Ma questo viene dal fatto che hanno organici con giocatori molto forti. Quindi sono le pretendenti al campionato. Poi magari non hanno i giovani all'altezza, o i giocatori non trovano amalgama, e le squadre soffrono. Però sulla carta le squadre sono queste".

Anche il Marsala ha ottime individualità in squadra

"Io ho una politica di cercare di vincere tutte le partite in casa. Cerco di creare una sorta di fortino. Quindi in casa non cediamo niente a nessuno, i punti salvezza si costruiscono in casa. Andare a giocare in Campania e in Calabria non è semplice, ve lo garantisco. Anche il Palermo avrà problemi, anche perchè non tutti abbiamo gli stadi: da noi è molto grande e in erba, ci sono stadi in sintetico e piccoli, omologati ma in deroga. Non sarà semplice. Poi noi vogliamo i punti in casa e tutti soffriranno in casa nostra. Penso di avere un organico da sorpresa di campionato, ma puntiamo alla salvezza. L'appetito vien mangiando. Forza Marsala!".