ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - RAI, Galeazzi: "Il Palermo manca tanto nella massima serie italiana. In Serie A Juventus più dell'Inter"

06.10.2019 19:08 di Rosario Carraffa   Vedi letture
ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - RAI, Galeazzi: "Il Palermo manca tanto nella massima serie italiana. In Serie A Juventus più dell'Inter"

Lo storico giornalista RAI Giampiero Galeazzi, é stato intervistato oggi pomeriggio in esclusiva da TuttoPalermo.net, nel corso della radiocronaca di Rosario Carraffa con Giovanni Chinnici, Mario Giglio, Sasà Taibi ed Anna Cane, trasmessa da Radio Tivù Azzurra, per la gara Palermo-Cittanovese allo stadio "Renzo Barbera".

Cosa puoi dire di questo Palermo che è ripartito dalla Serie D e che si trova al primo posto in classifica?

"Il Palermo manca in Serie A senza nessun dubbio è uno strappo al cuore. Io spero di vedere il prima possibile il Palermo nella massima divisione perché è giusto che giochi dove merita. Ovviamente io non tifo Palermo, ma Lazio, però posso dire che manca tanto il Palermo nella massima serie così come altre piazze importanti, come il Bari ad esempio".

Per la Serie A Juventus e Inter sembrano avere qualche cosa in più, però la tua Lazio ha un Ciro Immobile che sta facendo molto bene, cosa puoi dire in proposito?

"Si, sta facendo davvero bene Immobile in questa stagione. Per adesso i biancocelesti stanno facendo bene".

Quanto mancano i rosanero in Serie A?

"Il Palermo in Serie A è importantissimo perché richiama tanto pubblico e tanto interesse. Manca tanto e spero di poterlo rivedere presto tornare dove merita".

Quale squadre italiane possono andare più avanti possibile in Europa?

"Penso che la Juventus abbia ancora qualcosa in più rispetto all'Inter sia per il campionato che per l'Europa. Mi piacciono le squadre inglesi, quindi attenzione a loro per l'Europa è un calcio attualmente superiore. L'Inter non credo che abbia il passo della Juventus. I bianconeri hanno un organico già definito, mentre per i nerazzurri è ancora un cantiere aperto". 

Chiudiamo con un tuo grande amore sportivo, quello dei fratelli Abbagnale a Seul '88, vuoi ricordarcelo?

"Seul è stato un punto di riferimento non solo professionale, ma storico. Io ero anche sulla barca in piedi e mi sono messo ad urlare visto che l'Italia stava vincendo e tutti i colleghi stranieri mi guardavano con stupore. La vittoria dell'Italia contro l'Inghilterra è stata la vittoria piu bella e importante che ho commentato. E' un ricordo importante per me. Mi fa piacere che i giovani la ricordano e che ogni tanto la facciano rivedere".