Palermo, Cionek: "Felice per il mio gol, ma siamo delusi per il pareggio finale. La Serie B è dura"

 di Aldo Sessa  articolo letto 191 volte
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, Cionek: "Felice per il mio gol, ma siamo delusi per il pareggio finale. La Serie B è dura"

Thiago Cionek, difensore del Palermo, è intervenuto oggi in conferenza stampa, toccando diversi temi, tra cui il suo primo gol in rosanero e le ambizione della squadra, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Il gol è stata un’emozione grandissima, mi ha riempito d’orgoglio. Dedico questo gol a me stesso per il tanto lavoro, ai tifosi che mi spingono e alla squadra perché da solo non avrei potuto raggiungere questo traguardo. É stato un sogno grandissimo. Stiamo lavorando molto, proveremo a migliorare e usare tutti i nostri punti di forza. Sappiamo che noi nazionali siamo monitorati ed è importante sfruttare bene questa situazione. La Polonia? Mi ha dato tanto nella vita, dalla doppia cittadinanza alla nazionale, devo tanto alla Polonia. Con i miei compagni siamo amici sia fuori che dentro il campo. Facendo bene al 100% al Palermo ne può giovare anche la convocazione in nazionale. É importante mantenere un certo livello. Quando un difensore riesce a segnare è davvero molto bello. Prima della punizione, Coronado mi ha detto che avrebbe calciato tra il primo e il secondo palo, poi dopo il gol abbiamo anche parlato di questo. Dopo la partita eravamo tutti un po’ delusi per il pareggio però lui ci ha dato molta fiducia, ha usato parole molto positive. Peccato per quel gol preso alla fine, perché la gara avrebbe potuto prendere una piega diversa. Nelle prime due gare non abbiamo subito gol e speriamo di continuare su questa linea d’onda. Il nostro obiettivo è conquistare la Serie A, sappiamo che la salita è lunga ma non ci abbatteremo. Però questa è stata una di quelle partite che fa capire che nessuno regala niente e che la serie B è un campionato davvero molto duro. La partita è fatta di diversi momenti. In alcuni di questi si soffre e bisogna affrontare la gara con coesione e compattezza, noi dobbiamo crescere ancora sotto questo punto di vista. Il Foggia? Dobbiamo lavorare sulle cose positive fatte contro l’Empoli, non sarà una partita facile; loro vorranno riscattarsi. Conosciamo Posavec da un po’ e sono certo che la concorrenza fa bene nel calcio. Tutti e tre i nostri portieri sono molto forti e godono della nostra fiducia. Chiunque di loro andrà in campo, noi difensori faremo di tutto per aiutarli. La fase difensiva è molto importante, e noi lavoriamo ogni giorno duramente per migliorare questo aspetto”.