Palermo, ecco le motivazioni della sentenza della Corte Federale d'Appello

21.06.2019 21:20 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, ecco le motivazioni della sentenza della Corte Federale d'Appello

La Figc ha pubblicato le motivazioni della sentenza emessa Corte Federale d’appello lo scorso 29 maggio, comminando per il Palermo 20 punti di penalizzazione (anzichè la Serie C, come deciso in primo grado) oltre a condannare la società a pagare una multa di 500 mila euro. Nelle 65 pagine di dispositivo emerge che "il quadro della condotta complessiva della società U.S. Città di Palermo denota una sitazione che, [...] risulta palesemente incompatibile con qualsiasi concetto di etica sportiva e merita, perciò stesso, l'adozione di una sanzione adeguata e necessariamente afflittiva", emergendo allo stesso tempo che la sanzione stessa doveva essere rideterminata per l'insufficienza di prove nella quantificazioni delle voci di bilancio alterate e il loro impatto sulle varie iscrizioni, "pur restando, ovviamente, gravi le diverse violazioni [...] indice di una gestione economico-finanziaria e patrimoniale della società lontana dalle regole di prudenza contabili". Rileva anche che il ruolo della nuova società è stato ritenuto meritevole di valorizzazione, con la sentenza che vuole essere un incentivo a chi opera, "segnando una netta discontinuità rispetto alla gestione passata", tramite comportamenti virtuosi per "sanare tutte le pendenze, nonchè a corrispondere gli emolumenti ancora dovuti".