Palermo, Mirri: "Saremo un modello per il calcio italiano. I giocatori? Sempre i migliori al mondo quando sono rosanero"

12.08.2019 16:42 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, Mirri: "Saremo un modello per il calcio italiano. I giocatori? Sempre i migliori al mondo quando sono rosanero"

Dario Mirri, presidente del Palermo, è intervenuto nella conferenza stampa che ha aperto il ritiro dei rosanero a Petralia Sottana. Ecco le sue parole, raccolte da TuttoPalermo.net: “Ringrazio il Comune di Petralia Sottana che ci sta ospitando. Questo è un inizio. Credo che Petralia, come gli altri paesi del circondario, non siano ancora conosciuti nella loro autenticità. Le radici devono stare salde nel territorio. Ringrazio il sindaco Orlando, che non mi ha fatto mai mancare il sostegno. È sempre stato accanto a me. Questa società diventerà un modello per il calcio italiano. Il sindaco ha visto nel nostro progetto le radici ma anche le ali. Il Palermo è un valore per milioni di tifosi. Abbiamo basato il nostro progetto sullo sviluppo che vogliamo dare al club rosa. Le prospettive? Noi dobbiamo rappresentare un sogno, basato su radici forti. Grazie al sostegno della mia famiglia e di Tony Di Piazza, abbiamo radici forti. La presidenza di una squadra di calcio è temporanea, e quello che resterà sarà il controllo della società. Ci  saranno controlli diretti sull’operato della società. Non è vero che non siamo in grado di fare sviluppo. Noi tifosi vogliamo sempre vincere ma troveremo squadre che daranno tutto. Dobbiamo sognare per coinvolgere tutti i giocatori. Non mi voglio esporre dal punto di vista tecnico, faccio solo il tifoso e l’imprenditore. L’obiettivo è quello di vincere, otteniamo un beneficio solo se arriviamo allo scopo. Io non so niente dei giocatori, leggo dai giornali e dai siti internet. Per me sono i migliori del mondo, perché hanno la maglia rosanero. Sulla squadra le competenze sono di Sagramola”.