Palermo, Mutti: "Rammarico per non aver chiuso la partita, ma risultato giusto"

 di Rosario Carraffa  articolo letto 631 volte
© foto di Federico De Luca
Palermo, Mutti: "Rammarico per non aver chiuso la partita, ma risultato giusto"

Il tecnico del Palermo, Bortolo Mutti intervenuto in sala stampa dello stadio "Renzo Barbera", ha analizzato il punto ottenuto in casa contro il Catania, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Eravamo fisuciosi, c'è rammarico per non aver chiuso la partita nella ripresa con due o tre episodi che potevamo concludere meglio. Però penso che il pareggio è stato il risultato più giusto. Noi avevamo anche un giorno meno di recupero. Parlando ieri con i ragazzi ho impostato la linea difensiva che è scesa in campo oggi contro il Catania. Ho parlato anche con Giulio (Migliaccio ndr.) e sarebbe stato più difficile giocare a centrocampo visto che rientrava dopo un pò di tempo. Nel primo tempo abbiamo sofferto, giocando forse con timore, mentre nel secondo tempo ho visto una squadra diversa, viste le occasioni che abbiamo avute. Però per come si era messa dobbiamo essere soddisfatti". Mutti ha fatto il bilancio di questa stagione: "I ragazzi hanno sempre dato massima disponibilità e devo dire grazie a loro. Ora dobbiamo arrivare a quota 44 per avere la matematica salvezza. Prima era a 40 adesso è salita di molto. Noi abbiamo però il vantaggio degli scontri diretti, però fino alla fine non molleremo niente". Il tecnico rosanero ha parlato anche di Fabrizio Miccoli: "Sono contento che abbiamo fatto goal lui, perchè è il vero leader del Palermo, che quando c'è ti permette di mettere in campo un certo valore importantissimo per la squadra. Lui deve essere un esempio. Devo fargli i complimenti anche perchè oggi non è voluto uscire anche se aveva dei problemi ai flessori. A livello muscolare abbiamo una situazione un pò critica, vedremo nei prossimi giorni".