Palermo, Pergolizzi: "Grande accoglienza, arriveranno altri acquisti"

13.08.2019 14:00 di Roberto Ospedale   Vedi letture
Rosario Pergolizzi
© foto di Claudio Puccio/TuttoPalermo.net
Rosario Pergolizzi

Il neo tecnico rosanero Rosario Pergolizzi é intervenuto in conferenza stampa alla fine del primo allenamento programmato nel corso del secondo giorno del ritiro di Petralia Sottana, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Dal punto di vista fisico tutti stanno dimostrando di avere qualcosa. Abbiamo poco tempo e vogliamo lavorare sull’intensità, partite, possesso palla. È come se fossimo alla seconda settimana di un ritiro normale: ci dobbiamo conoscere, ma mi colpisce lo spirito. Ringrazio i tifosi e i ragazzi erano gasati. Senza identità non si va da nessuna parte. Dal punto di vista numerico è chiaro che arriverà qualcun’altro, ma è compito di Sagramola e Castagnini. Non vogliamo fare errori nelle scelte. Abbiamo solo due attaccanti, ne arriveranno altri. Il mercato poi offre tante opportunità. Marsala? L’anno scorso non avevamo risorse economiche importanti. Nel girone di ritorno è andata male. Ci sono alti e bassi, questa a Palermo è una responsabilità che sento a pieno. Mi sento parte di un puzzle. C’è voglia di cancellare le recenti esperienze negative. Santana? Non si discute a livello di qualità, ma va gestito. In partenza potrebbe giocare da seconda punta ma in determinate partite potrebbe fare la mezza punta. Si può fare tutta la corsa che si vuole ma il pallone è fondamentale. Bisogna trovare un equilibrio. Siamo leggermente indietro ma sono convinto che questo step possiamo superarlo leggendo la partita. Martin deve essere messo a suo agio, può ricoprire più ruoli. Lancini e Martinelli sono forti, ma la differenza la fanno le motivazioni. La loro esperienza serve. Sono due ragazzi che faranno bene. Siamo un gruppo compatto, lavoriamo tutti insieme. Non vogliamo sbagliare le scelte sui giocatori e non voglio dare giudizi affrettati. Corsino lo conosco bene, poi cercheremo di capire se farà parte del nostro progetto. Rizzo Pinna è una seconda punta o un trequartista, un giocatore offensivo. Capitano? Lo decido io, insieme alla squadra. Sarà una persona che deve dare l’esempio. Spero di avere una squadra in cui sono tutti capitani. Accardi ha una voglia di spaccare il mondo. Noi palermitani abbiamo grandissime responsabilità, sappiamo che il Palermo deve giocare per vincere ma è difficile, la categoria è dura. Le squadre sono organizzate. Ci occorrerà più tempo per vincere. Ieri è stata una goduria allenarsi con quei tifosi. Ti dà carica e responsabilità. Portiere? Bisogna sbagliare il meno possibile, ne arriverà un altro. Prima valuterò Pelagotti, poi potrei far giocare anche Fallani. L’importante è non sbagliare. Il giovane, se cresce, potrebbe dare una mano per quanto riguarda la regola degli under“.