Palermo, Pergolizzi: "La squadra ha risentito dei carichi. Da noi tutti importanti"

22.08.2019 20:00 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Aldo Sessa/TuttoPalermo.net
Palermo, Pergolizzi: "La squadra ha risentito dei carichi. Da noi tutti importanti"

Ecco le parole del tecnico del Palermo Rosario Pergolizzi dopo l'amichevole con il Lascari evidenziate da TuttoPalermo.net: "Abbiamo trovato una squadra con un certo tipo di mentalità: chiusa dietro, aggressiva. Così saranno altre squadre. La squadra ha risentito certamente il carico di lavoro. Il ritiro serve anche per scoprire le caratteristiche del giocatore. C'e anche Mauri che ha giocato nel secondo, ma che deve trovare la condizione. Lui è un ottimo giocatore. Stavamo meno bene del solito, ma sappiamo che attraverso il lavoro dobbiamo trovare il nostro obiettivo. Ritengo che a livello di giovani la società ha lavorato benissimo, dai '99 ai 2001 sono di ottimo livello. Molti hanno già confermato di avere certe capacità tecniche. Sappiamo di avere degli ottimi giovani, ma anche degli over. Ricciardo? È uno di quei giocatori che fa e ha fatto la categoria. Deve smaltire il lavoro, ma sappiamo di aver e uno degli attaccanti più forti della categoria. I giovani sono ottimi dal punto di vista tecnico, magari devono migliorare qualcosa, ma si vede che vengono da squadre importanti. Ci daranno una grossa mano. Ferrante e Felici in attacco? È stata una necessità. La gente ha un entusiasmo enorme. Parlerà il campo. Speriamo che questo entusiasmo sia continuo. L'obiettivo principale è vincere il campionato. Da noi tutti sono importanti, che si chiami Ricciardo, Martinelli. Per noi è importante la mentalità e ciò che si fa in campo. Ancora devo parlare con i ragazzi, quindi ancora non so chi terrò e chi no. Crivello? Un giocatore che ha fatto la Serie B, se dovesse arrivare, che arrivi con la giusta mentalità. Dobbiamo cercare di fare meno confusione possibile e dare certezze. Questa squadra anche oggi ha dato la dimostrazione di fare bene. Se la società ha modo di prendere un nuovo giocatore, qualsiasi sia il ruolo, lo prende senza problemi. Ma non bisogna prenderli a scatola chiusa".