Palermo, Pergolizzi: "Tutti saranno fondamentali. Mancano 10 partite, si azzera tutto"

21.02.2020 11:46 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, Pergolizzi: "Tutti saranno fondamentali. Mancano 10 partite, si azzera tutto"

Rosario Pergolizzi, allenatore del Palermo, ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-partita in vista della trasferta di Licata. Ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "I giovani stanno facendo bene, anche grazie all'aiuto degli over: gli danno tante motivazioni, sono da esempio. Io sto trovando tutti pronti. Se non gioca, qualcuno è un po’ più arrabbiato ma fa parte del gioco; lo preferisco rispetto a un giocatore non motivato. Gli ‘under’ sopperiscono alla mancanza d’esperienza con le motivazioni. Mancano 10 partite, ora azzeriamo tutto e si riparte. In base alla settimana di lavoro sceglierò chi va in campo. Saranno fondamentali tutti, saranno utili anche quelli che non giocano. Silipo e Lucca? Hanno dimostrato di poter essere partecipi e protagonisti. Ora sarà il campo a parlare, più delle altre volte. Silipo lo ritengo… quasi pronto. Pur avendo grande tecnica, colpi e rapidità, deve misurarsi con un sistema di gioco. Si deve completare anche nell’ottica della fase difensiva; sta crescendo a livello fisico e caratteriale, dentro è ancora giovane, ma ha grandi margini di miglioramento. Il suo momento arriverà e potrebbe arrivare presto. Il Savoia? Anche per loro è una partita importante: è una tappa fondamentale per entrambe in chiave classifica. Licata e FC Messina sono squadre importanti, con giocatori importanti. Alla fine vedremo il risultato: certamente è una tappa fondamentale. Clima di festa a Licata? È giusto che il Palermo attragga tifosi anche della squadra avversaria, poi parlerà in campo. Le chiacchiere non ci interessano. Per noi non è festa, ma un lavoro: non ci regala niente nessuno, le feste le lasciamo agli altri. Il Licata è un’ottima squadra con qualità tecniche e con giocatori che possono fare la differenza. In casa hanno fatto bene e vorranno vincere. E con tutto il rispetto, se noi giochiamo da Palermo non ce n’è per nessuno. Potremmo giocare sia a tre che a quattro. Ricciardo? Dobbiamo riportarlo al top, non gioca da un po’ di tempo ma siamo sicuri che può darci una mano. Non bisogna dimenticare quello che fatto a inizio campionato. Sta a lui ritrovare se stesso e le motivazioni, da parte mia c’è l’intenzione di ributtarlo dentro, può darci tanto. Tanti gol come a Cittanova? Per il cuore non fa proprio bene (ride, ndr.). A me piacerebbe vincere. Segnare qualche gol in più non sarebbe male, ma prima di tutto si cerca la prestazione. Una squadra vera è consapevole che si può difendere attaccando”.