Palermo, Stellone: "Giocano Puscas e Trajkovski. Non commettiamo gli errori di Crotone"

10.03.2019 13:18 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TUTTOmercatoWEB.com
Palermo, Stellone: "Giocano Puscas e Trajkovski. Non commettiamo gli errori di Crotone"

L’allenatore rosanero, Roberto Stellone, ha presentato nella consueta conferenza pre partita la sfida tra Palermo e Venezia al “Penzo”. Ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Il Palermo soffre certe partite? Ogni partita ha le sue insidie e visto l’andamento delle altre il margine di errore diminuisce. Abbiamo però una grande possibilità di fare bottino e ritrovarci in testa, nonostante il periodo negativo: ovviamente pensiamo a una partita alla volta. Sono convintissimo che se mettiamo la voglia vista contro il Lecce, possiamo fare nostra la partita. Bisogna scendere in campo per vincere e basta. Giocheremo contro diverse squadre che lotteranno per salvarsi, senza quella voglia diventi una squadra normale. Nel girone di ritorno abbiamo commesso errori contro le “piccole”. Negli scontri diretti le partite si preparano da sé. In queste partite non bisogna commettere l’errore di Crotone: serve determinazione. Abbiamo un parco attaccanti importante. Raramente abbiamo fatto male: Puscas sta bene, ha fatto gol ed è in ripresa. Sicuramente partirà dall’inizio. In questo rush finale, poi, aver recuperato un giocatore come Nestorovski e tanti altri è importante. Sono felice di affrontare questo finale di campionato con la rosa al completo. Mancherà Salvi. Cambio spesso quando le cose non vanno bene o c’è il turno infrasettimanale per fare rifiatare qualcuno. Veniamo da una bella prestazione, modulo e formazione non cambieranno molto. Se punti al primo posto stacchi le squadre che ti seguono: abbiamo una possibilità incredibile, fare 6 punti per superare il Brescia e staccare Verona, Pescara, Benevento…. e dopo la sosta ci saranno i tre scontri diretti in cui si deciderà molto del futuro nostro e degli altri. Dobbiamo pensare solo a fare punti e come noi abbiamo avuto passi falsi, capiteranno anche alle altre. Società? Noi ci fidiamo ciecamente del direttore: ci ha detto di pensare al campo, che è molto importante. Siamo tutelati e ci fidiamo. I giocatori hanno recepito il messaggio. A loro interessa poco chi è il presidente,anche se sembra brutto da dire. La preoccupazione nasce quando non arrivano gli stipendi, quando c’è incertezza. Gli stipendi sono stati pagati un mese fa, saranno pagati anche questo mese. Garantisce Foschi. Sappiamo tutti quello che ci stiamo giocando, dipende solo da noi. Se noi facciamo due punti in più delle altre vinciamo il campionato. Giocare i playoff sarebbe troppo rischioso. La formazione? Dopo Crotone, meglio non rischiare: vi posso dire che Trajkovski giocherà. Noi abbiamo vinto e fatto ottime prestazioni con diversi moduli e interpreti: abbiamo i giocatori per farlo in tutti i ruoli, tutti hanno avuto la loro possibilità. In certe partite ci siamo messi anche con il 4-4-2, ma ogni partita è una storia a sé. Dobbiamo cercare di osservare bene durante la settimana e poi scegliere. Cosmi? L’ho avuto come allenatore e tira fuori sempre il meglio dai propri giocatori: già il cambio crea entusiasmo e dà la scossa a livello mentale. Il modulo? Ad Ascoli giocava spesso con il 5-3-2, mentre il Venezia era a 4: non sono certo che modulo userà ma penso tirerà fuori il meglio dal Venezia. I tifosi? L’apporto è sempre positivo e ne traiamo tutti beneficio. Siamo contenti di questa accoglienza e con il Perugia ha portato bene. Il ritorno dei tifosi ci darà una mano da qui alla fine”.