Palermo, S.Tuttolomondo: "Presentata la denuncia. Battaglieremo fino alla fine"

27.06.2019 20:40 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Francesco Paolo Palazzo/TuttoPalermo.net
Palermo, S.Tuttolomondo: "Presentata la denuncia. Battaglieremo fino alla fine"

Ancora Salvatore Tuttolomondo, Direttore Finanziario di Arkus Network, ha voluto mandare un nuovo video messaggio, dal sito ufficiale del club di Viale del Fante, ai tifosi rosanero, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: "Non possiamo essere direttamente presenti perché non ci sono le condizioni ambientali tali da garantire una nostra serena presenza, almeno fino a quando non verrà ristabilito il corretto clima di confronto al quale noi non ci siamo mai sottratti. Ci avete riempito di insulti, ma questo non ci fermerà perché siamo nel giusto, lo siamo sempre stati e lo saremo sempre. La cosa che fa più male di questa intolleranza civile e "levata di scudi" è che, per quanto ci stia questa reazione, è che noi rispettiamo tutti ma meritiamo rispetto anche noi. Il concetto di rispetto ci appartiene ed è rivendicato anche dai tifosi rosanero, e francamente non ci aspettavamo questa reazione spropositata basata sul nulla. Lo dico a tutti, alla città alle istituzioni, alla FIGC e alla Covisoc: qui si sta facendo un processo di piazza laddove noi non abbiamo potuto avere diritto di replica. Ci hanno accusato di essere "scappati di notte", invece siamo venuti a Roma a lavorare e abbiamo sistemato le cose. Qui tutto pensano che il Palermo è già finito e questo non ci piace affatto, non c'è rispetto per quello che abbiamo fatto e stiamo facendo per Palermo che consideriamo un bene collettivo. Qui sembra un funerale anticipato ma il morto non c'è, e non ci sarà. La sera del 24 noi abbiamo subito un illecito di rilevanza penale che ha impedito di completare unicamente l'invio della fideiussione assicurativa. Il Palermo Calcio ha completato l'invio di tutti i documenti, la sera del 24 eravamo tutti presenti ed eravamo presenti di fronte la verità, possiamo confermare che il Palermo in tempo utile ha inviato tutta la documentazione completa, e non è stato consentito l'invio della fideiussione per un evento delittuoso. Abbiamo una denuncia presentata alla legione carabinieri Lazio in data odierna segnatamente da me, Salvatore Tuttolomondo, quale coordinatore del comparto finanziario di Arkus, in tandem da Giuseppe Valente. In questa denuncia presentata a carico di noti e meno noti autori di un illecito perpetrato in danno del Palermo Calcio e della proprietà, ha oggettivamente precluso l'invio della fideiussione, è tutto documentato e abbiamo chiesto la più severa delle sanzioni. Non decade nessun titolo sportivo del Palermo, fin quando ci sono io sarà una battaglia fino alla fine, come lo è stato nei primi 40 giorni trascorsi nelle aule di giustizia. Non chiediamo sconti, chiediamo rispetto per il nostro lavoro e per le persone serie che siamo Bonifici bancari? I soldi a garanzia dei pagamenti ci sono. Evidentemente in quella vicenda un minimo di nostra autotutela c'è stata. Pronti ad adempiere ai nostri impegni".