Cremonese, Tesser: "Paulinho sarà assente. Il Palermo è tra le favorite per la vittoria finale, dovremmo correre il doppio"

 di Calogero Parrino  articolo letto 181 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cremonese, Tesser: "Paulinho sarà assente. Il Palermo è tra le favorite per la vittoria finale, dovremmo correre il doppio"

Il tecnico della Cremonese Attilio Tesser, nel corso della consueta conferenza stampa pre-partita, ha analizzato il match di domenica che vedrà i suoi ragazzi impegnati contro il Palermo, una sfida  delicata tra due squadre che si trovano nella parte alta della classifica. Ecco quanto evidenziato da TuttoPalermo.net:  “il Palermo è una squadra creata appositamente per vincere il campionato. La loro qualità è eccelsa, anche quando hanno giocato senza nazionali hanno messo in campo squadre competitive. Li affronteremo con fiducia, determinazione ma non dobbiamo essere presuntuosi. Noi una grande? Realisticamente ogni partita fa storia a sè, ha le sue insidie. La bravura del Palermo è stata adattarsi al campionato di Serie B, da parte nostra ci sarà massimo rispetto, noi dobbiamo fare una partita di altissimo livello. Dobbiamo correre il doppio di loro, con una cattiveria fuori dal comune. Paulinho non si è mai allenato con noi, non è niente di gravissimo, ha fatto lavoro a parte, non sarà convocato. La sua sarà un’assenza importante, è meglio averlo che no. La speranza è ribadire la prestazione di Foggia, avremo i nostri tifosi ed è un piacere avere questa tifoseria, chi giocherà dovrà dare il massimo come sempre. Gli altri sono tutti a disposizione tranne Salviato, Castrovilli c’è. Ho un piccolo dubbio a centrocampo ma non credo cambieremo lì rispetto a Foggia. La nostra è una squadra molto nuova, sono stati bravi i ragazzi a trovare subito un equilibrio, c’è un miglioramento continuo da parte di tanti. Quando le cose vanno bene, chiunque entri è avvantaggiato e rende al massimo. Domani dovremo fare una partita di una concentrazione enorme. Ogni palla sarà decisiva, sbagliare non è possibile. Dalla prima partita in casa con l’Avellino si sente un calore incredibile, questo connubio tra squadra e tifosi, a loro piace la nostra grinta. Il Palermo insieme al Frosinone è la maggiore candidata a vincere il campionato di Serie B, quasi tutti i suoi giocatori hanno giocato in Serie A. Arini è stato preso per dare equilibrio alla squadra, lo fa benissimo. Mi aspetto qualche gol anche da lui, sa buttarsi in avanti. Domani rientra Claiton, ma Garcia Tena ha fatto molto bene, ha dimostrato le sue caratteristiche ed è a disposizione così come Marconi e Canini, avere un gruppo che ti dà queste garanzie è fantastico. Brighenti ha sempre fatto bene, ora è entrato in una buona condizione fisica, lui come altri compagni si sono calati bene nella categoria nonostante arrivassero dalla Serie C. Zamparini? È stato mio presidente quattro anni quando allenavo nella Primavera del Venezia, ho poi allenato nel suo paese natale. Ci conosciamo”.