Palermo, cresce la preoccupazione all'interno della società

19.01.2021 18:13 di Alessandro Maurizio Alaimo   Vedi letture
Dario Mirri
© foto di TuttoPalermo.net
Dario Mirri

La società rosanero continua ad attendere possibili occasioni di mercato. La cocente sconfitta ottenuta contro il Virtus Francavilla ha ulteriormente peggiorato la situazione del Palermo. Il crescente malumore della piazza, che chiede a gran voce un cambio di rotta, comincia a destare preoccupazione all’interno della società rosanero. La squadra di Roberto Boscaglia ha concluso il girone d’andata al nono posto con appena 24 punti. Un piazzamento che disattende le promesse fatte alla città appena un anno e mezzo fa dal Presidente Dario Mirri. Le prestazioni del Palermo al giro di boa presentano più ombre che luci. La sconfitta di qualche giorno fa ha posto in evidenza la fragilità tecnica e caratteriale dei calciatori rosanero: un primo tempo dominato, che ha visto Valente portare in vantaggio il Palermo, ha lasciato spazio ad una squadra completamente in confusione nella seconda frazione di gioco, tanto da portare gli avversari a ribaltare il risultato. Troppe le colpe della squadra, che nonostante il dominio iniziale non è riuscita a concretizzare le numerose occasioni. Il Palermo, per sopperire alla mancanza di efficacia sotto porta, starebbe valutando in queste ore delle possibili contromosse per puntellare il reparto offensivo. I nomi più caldi, come già anticipato da TuttoPalermo.net, sono quelli di Antonio Di Gaudio (31), sondato anche dal Mantova e Marco Crimi (30) della Virtus Entella. Nomi importanti che richiedono uno sforzo economico altrettanto importante. L’impressione, però, è che se prima non ci saranno delle cessioni la rosa del Palermo non subirà alcuna modifica.