Ex Palermo, Tedesco: "Dispiace che i palermitani non siano considerati al Palermo"

15.07.2020 10:16 di Claudio Puccio   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ex Palermo, Tedesco: "Dispiace che i palermitani non siano considerati al Palermo"

L'ex giocatore e tecnico rosanero Giovanni Tedesco è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport, ecco le sue parole evidenziate da TuttoPalermo.net: "Su chi punterei per la panchina del Palermo? Su Giovanni Tedesco (ride, ndr.). Credo di avere maturato un bagaglio tecnico che unito alla voglia poteva fare di me un profilo interessante. Ho una mia idea sul perché non abbiano pensato a me, ovvero perché sono palermitano. Peccato, mi sarebbe piaciuto sfatare questo tabù per il quale chi è di Palermo non va bene per la panchina rosanero. Questa cosa è diventata davvero insopportabile, come se un palermitano avesse la rogna. Se al di là dei risultati positivi un palermitano non va bene a priori, questo mi infastidisce. Pergolizzi? Bisognerebbe stare dentro e capire le dinamiche, ma una chance se la sarebbe meritata. A Palermo non è mai facile vincere e Rosario con i giocatori è stato molto bravo. Prossima stagione? Ci vuole una struttura con giocatori forti, anche per la B per essere pronti dopo la promozione. Se la struttura non c’è, con i giovani è dura. La base è ottima, servono innesti importanti, attaccanti da 15-20 gol. Se non azzecchi le mosse giuste, fai fatica a salire e rischi di restare in C anche due-quattro anni. L’entusiasmo dei tifosi è già una base importante. Chi consiglio come tecnico? Senza dubbio Boscaglia, è stato mio compagno di corso a Coverciano, conosco le sue idee e poi basta vedere il risultati che ha raggiunto in carriera".