Palermo, Sagramola: "Serve maggiore chiarezza sulle norme sul Covid-19 "

25.10.2020 10:22 di Roberto Ospedale   Vedi letture
Rinaldo Sagramola
© foto di Roberto Ospedale/TuttoPalermo.net
Rinaldo Sagramola

Momenti particolari in casa Palermo a seguito  della situazione paradossale successiva al numero spropositato di contagi da Covid-19 (che ha determinato il rinvio in extremis di Palermo-Turris ed il rinvio della  trasferta di Catanzaro), l'amministratore delegato del Palermo Rinaldo Sagramola ha voluto esprimere il proprio disappunto  nel corso di un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport , in merito alle regole considerate "vaghe" in merito alle rose affette da Coronavirus, ecco quanto evidenziato da ​TuttoPalermo.net: "Per me i giocatori da considerare dovrebbero essere solo i professionisti e i giovani che hanno giocato almeno un minuto. La norma è vaga, va interpretata e mi auguro lo si faccia con buon senso. Dobbiamo sapere come orientarci in futuro. Il confronto con i dirigenti della Lega non è astioso, ci adegueremo alla decisione, ma mi aspetto che si faccia chiarezza. Se avessimo saputo prima che i Primavera andavano conteggiati in quest’ottica, non li avremmo convocati, decidere a posteriori un dettaglio così importante, non mi sembra giusto. Per me i Primavera non fanno parte del gruppo squadra, si chiamano all’occorrenza. Nel nostro caso, per via del ragazzo dell’Under 17 trovato positivo, tra l’altro anche la Primavera è finita in quarantena".