Palermo, Boscaglia: "Non sventoliamo la bandiera bianca. Mercato? La società sa già cosa penso"

08.01.2021 14:12 di Davide Raja   Vedi letture
© foto di TuttoPalermo.net
Palermo, Boscaglia: "Non sventoliamo la bandiera bianca. Mercato? La società sa già cosa penso"

Roberto Boscaglia, tecnico rosanero, ha tenuto la prima conferenza stampa del 2021 alla vigilia del match contro la Cavese. Ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "Non possiamo sperare che ogni partita ci sia la prodezza che ci salva. Lucca ha trovato il gol del pareggio ma era appunto il gol del pareggio perché la squadra ha retto. C'è talento in questa squadra, certe volte inespresso, ma la base è giocare con la squadra per la squadra, poi il talento ci farà arrivare a risultati importanti da squadra. Il volto che avrà il Palermo sarà lo stesso di sempre: i moduli ci sono, uno si riempie la bocca a parlare di numeri ma deve esserci innanzitutto l'aggressività. I convocati li sapete, gli unici fuori sono Almici, Corrado, Marconi e Floriano. La possibilità di scegliere c'è. Per il centro sportivo abbiamo parlato di diverse cose. La zona è fantastica ed il progetto è bellissimo. I buoni propositi ci sono e sarà un Palermo con un futuro radioso, dal momento che a capo di tutto ci sono i protagonisti. Sono contento di essere parte di questo progetto. Sono abituato ad avere centrocampisti di inserimento che trovano la via della rete. Su questo tasto voglio premere tanto perché i nostri giocatori hanno queste caratteristiche come Luperini e Broh fra tutti. Mi aspetto di più da loro da un punto di vista realizzativo ma ci lavoreremo. Ci sono squadre che fanno meglio in casa rispetto alla trasferta e viceversa, non sono discorsi da prendere troppo sul serio. Noi saremo pronti a tutto, la nostra mentalità non deve cambiare. Non siamo per la difesa ad oltranza ma non è solo un discorso tecnico ma più ampio. Non guardo adesso le avversarie diverse dalla Cavese ma è ovvio che si rinforzeranno. Del nostro mercato non voglio parlare perché Sagramola sa già tutto quindi sapete con chi parlare. Quello che ho a disposizione per ora? La società sa già cosa penso. Ci sono ancora situazioni che dobbiamo conoscere meglio. Alcuni giocatori, almeno 5 o 6, sono ancora reduci dal post Covid, loro lo sanno e stanno lavorando per tornare in condizione. Dobbiamo essere attenti perché sperperare denaro per raggiungere Ternana e Bari sarebbe uno sbaglio. Ho visto alcune partite della Cavese: hanno alternato partite buone a partite cattive. Avendo cambiato allenatore ci sarà entusiasmo perché è bravo ed apprezzato dalla tifoseria. Questa squadra crede fortemente alla salvezza e se li lasci giocare possono far danni. Non sventolo la bandiera bianca contro Ternana e Bari ma non dipende da noi. Vorrei vincere tutte le partite ma dobbiamo essere bravi a lasciare pochi punti per strada ma non dipende solo da noi. Se succede l'imponderabile dobbiamo essere pronti".