Palermo, Saric: "La trattativa è stata lunga. Per me è un orgoglio che il Palermo mi abbia scelto. Sono venuto qua perché voglio raggiungere l’obiettivo che Palermo merita, cioè la Serie A"

14.09.2022 11:25 di Gabriele Di Tusa   vedi letture
Palermo, Saric: "La trattativa è stata lunga. Per me è un orgoglio che il Palermo mi abbia scelto. Sono venuto qua perché voglio raggiungere l’obiettivo che Palermo merita, cioè la Serie A"
TuttoPalermo.net
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

Dario Saric, centrocampista del Palermo, è intervenuto in conferenza stampa sulla scalta del Club rosanero di averlo a bordo della propria nave e su quale sia il suo obiettivo. Ecco quanto ha raccolto TuttoPalermo.net: ”La trattativa è stata lunga, ci sono dinamiche e accordi molto lunghi, soprattutto se ci sono più squadre. E per un giocatore è più difficile tenersi in forma e allenarsi. Al momento sto cercando di recuperare, anche con lavori più lunghi e stiamo dando il massimo con lo staff per entrare in forma in breve tempo. Per me è un orgoglio che il Palermo mi abbia scelto, tra tanti altri profili: questo mi da una carica maggiore per migliorare. Se un gruppo del genere ha visto qualcosa in me, devo solo dire grazie al Palermo e al City Group. L’impatto con la realtà di qui è stato incredibile. Quando mi hanno parlato di Palermo mi sono ricordato dello stadio e quando sono arrivato qui la prima cosa che ho detto è stata ‘non vedo l’ora di giocare al Barbera’. Con Corini non ci conoscevamo, ma mi sono unito tranquillamente nel piano tattico. Gol? Ho più curato sempre fase difensiva e corsa, ma anche quelli sono importanti e ci devo lavorare, non è la mia caratteristica naturale. Sono venuto qua perché voglio raggiungere l’obiettivo che Palermo merita, cioè la Serie A. Penso di rimanere qui per anni e raggiungere quell’obiettivo. C’erano altre squadre e trattative, ma la voglia che ho sentito da parte della società e dei tifosi sono state decisive, e quindi ho voluto concludere la trattativa in tempi brevi e venire qui. La vivevo senza pensare troppo alla trattativa, si fa fatica ad affrontarle. Ma se non dipende da te, puoi farci poco e aspettare ulteriori sviluppi."