Avellino, Braglia: "Le vittorie in campionato? Con Filippi un'altra squadra. Anche senza Lucca giocano bene"

21.05.2021 18:28 di Davide Raja   vedi letture
Avellino, Braglia: "Le vittorie in campionato? Con Filippi un'altra squadra. Anche senza Lucca giocano bene"
TuttoPalermo.net
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency

Piero Braglia, tecnico dell'Avellino, ha tenuto una conferenza stampa in vista dell'inizio della fase nazionale dei play-off di Serie C in programma domenica contro i rosanero. Ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "Quando abbiamo pescato il Palermo? Non ero molto contento, avrei preferito altro. Nelle ultime dieci partite ne hanno persa una sola. A Castellammare hanno vinto meritatamente e ho notato i movimenti di Santana e Floriano, oltre che alla sorpresa di Kanouté centravanti. La partita del girone d'andata era tra le primissime e non conta. Hanno già giocato due ottime partite dei play-off e Filippi sta veramente facendo un bel lavoro, non è più solo l'allenatore in seconda. Ha delle intuizioni particolari per cui si aspetta una partita difficile. Penso che il Palermo stia vivendo il suo momento migliore.
Sarà il campo a stabilire se è meglio partire riposati o se sarebbe stato meglio giocare col morale alle stelle. La fatica la sentiremo di meno mentre loro sono pieni di entusiasmo. Io mi aspetto un Avellino tosto che si va a giocare la partita più importante che è quella d'andata perché indirizza la partita di ritorno. Questo non significa che se dovessimo fare un buon risultato poi ci riposeremmo. Ci giochiamo una stagione, le pressioni ci sono e c'è da verificare lo stato nervoso di questa squadra. Abbiamo dato per scontato il secondo posto ma io credo in questo gruppo che ha voglia di fare qualcosa di importante.
Il Palermo non è poi così pericoloso? Non sono d'accordo. Hanno dominato contro il Teramo ma soprattutto a Castellammare di Stabia. Ho detto ai miei ragazzi che non è la stessa squadra che abbiamo affrontato il campionato. Se li affrontassimo come li abbiamo affrontati qualche mese fa prenderemmo due pere anche noi e andremmo a casa. Non giochiamo da 25 giorni e ci ritroveremo un gruppo motivato. Noi non siamo una squadra di bischeri, però i rosanero sono una squadra forte. Durante l'anno avrei parlato diversamente. Noi abbiamo fallito l'aggancio al secondo posto per demeriti nostri, per mancanza di concretezza. Se prima vincevamo rinviando da metà campo dopo abbiamo perso creando tante occasioni. Cercherò di mettere in campo una formazione che lotta. Dei nomi non me ne importa nulla.
Se dovessimo essere eliminati? Non sarebbe un fallimento ma solo un giramento di scatole. Abbiamo disputato un grande campionato e faremo di tutto per andare avanti.
Non c'è un giocatore in particolare che temo, perché i rosanero sono un gruppo compatto. Noi siamo tesi per aver pescato il Palermo ma anche loro saranno concentrati perché sanno di affrontare l'Avellino".