esclusiva

TUTTOPALERMO.NET - Ex Palermo, Bucciarelli: "Ci siamo un pò complicati il cammino però... Tifosi importanti per la squadra. Nazionale? Spelletti fa giocare bene le sue squadre"

30.03.2024 17:36 di Rosario Carraffa   vedi letture
ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Ex Palermo, Bucciarelli: "Ci siamo un pò complicati il cammino però... Tifosi importanti per la squadra. Nazionale? Spelletti fa giocare bene le sue squadre"
© foto di TuttoPalermo.net

L'ex calciatore del Palermo, Fabrizio Bucciarelli di ruolo difensore centrale ha trascorso diversi anni nel capoluogo siciliano, precisamente dal 1988/1995 (143 presenze condite con 2 goal), è stato intervistato in esclusiva da TuttoPalermo.net, dove ha parlato di diversi argomenti.

Cosa pensi di questo periodo del Palermo?

"Sicuramente ci siamo un pò complicati il cammino. Io sono dalla parte di Corini. I giocatori, vedi Brunori sono dalla parte del mister, come è stato dichiarato ultimamente. Ci sono 8 partite e si deve ambire ad un posto migliore per i play-off. A Pisa sarà una gara difficile e poi ci sarà la Sampdoria, ma noi dobbiamo fare bene. Abbiamo fatto tante reti, ma ne prendiamo davvero tante. Adesso si deve fare squadre. Il mister dovrà lavorare molto e bisognerà tirare fuori gli attributi. E' importante il recupero di mister promozione: Lucioni".

Quanto è importante avere ritrovato Fabio Lucioni?

"La sua assenza si è fatta sentire. La sua presenza è fondamentale per la sua esperienza, serve anche per i giovani. Ha vinto due campionati cadetti ed è un giocatore molto importene".

Quando le cose non vanno bene la colpa è un pò di tutti?

"Le colpe quando le cose non vanno bene sono sempre di tutti, si tratta di un mix di colpe. Io ho sempre difeso Corini è un grande professionista. Lo vorrei però un pò più cattivo. Noi abbiamo una grande forza che è il mio capitano in assoluto che è il tifo: sempre presente. Siamo una città ed una squadra che devono stare sempre in Serie A".

Cuore giallorosso e rosanero...

"Ho il cuore anche rosanero, ricordo anche che la prima figlia è nata a Palermo e che a breve mi regalerà un nipotino. La mia carriera è stata Palermo e sono stato contento di far parte di questa famiglia. Mi sono divertito e sono stato davvero bene".

Il Palermo deve puntare a vincere più gare per una posizione importante per i play-off?

"Sicuramente il Palermo dovrà provare a vincere quante più partite importanti per ottenere un buon piazzamento in vista dei play-off".

Sei ottimista per la gara in casa del Pisa?

"Dipenderà tutto da questa gara, fare il colpaccio porterà la squadra con il morale alle stelle per poi poter battere anche la squadra di Pirlo (Sampdoria). La squadra deve vincere non ci sono dubbi. Ci sarà uno stadio pieno con diversi tifosi rosanero al seguito della squadra".

La Roma con il cambio di allenatore è tornata a vincere, cosa pensi di questa situazione?

"Con Daniele De Rossi, sono contento; andavo a mare insieme a suo papà ed alla sua famiglia, è un romano doc. Sono rimasto male però per l'esonero di Mourinho, perché ha un grande procuratore e speravo di vedere arrivare a Roma qualche grande giocatore. Pensavo che potevamo diventare come il Manchester United. La società purtroppo non ha fatto grandi campagne acquisti. Spero che possa arrivare in Champions League, anche se sarà difficile, sarà una lotta tra giallorossi, Bologna e Atalanta se ci sarà la quinta posizione in classifica".

Per l'Italia di Luciano Spalletti sei ottimista per Euro 2024?

"Spalletti fa giocare bene le sue squadre, serve però qualcosa in avanti, non riusciamo a trovare attaccanti importanti. Dobbiamo essere fiduciosi perché Spalletti riesce a fare dare sempre il massimo a tutti. Poi sappiamo che spesso la fortuna può aiutare in un campionato come l'Europeo. Prima però pensiamo al Palermo, speriamo che possa andare in Serie A, poi penseremo alla Nazionale".

Cosa ti senti di dire ai tifosi rosanero?

"Auguri di Buona Pasqua a tutti i tifosi rosanero per prima cosa, un abbraccio a tutti. Voglio fare un plauso a Favo che è riuscito a qualificarsi con la Nazionale Under 17. Spero di scendere presto e di fare una visita alla città dove manco da un pò".

Sotto il video dell'intervista.