Palermo, Boscaglia: "All'andata? Eravamo delusi, pensate! Almici e Marconi? manca poco"

02.02.2021 16:51 di Davide Raja   Vedi letture
© foto di TuttoPalermo.net
Palermo, Boscaglia: "All'andata? Eravamo delusi, pensate! Almici e Marconi? manca poco"

Roberto Boscaglia, tecnico rosanero, ha tenuto una conferenza stampa alla vigilia del match casalingo contro la Ternana capolista. Ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "Non devo ribellarmi ma lavorare e far lavorare la mia squadra con grande attenzione e concentrazione. Il percorso intrapreso sin ora non soddisfa né me né i tifosi ma stiamo cercando di fare il massimo. Sento chiacchiere che su certi giocatori possono far male, soprattutto se si sono appena affacciati al calcio professionistico. Domani giocherà la squadra che potrà darmi più garanzie, non c'è una rotazione prestabilita. Non poteva esserci avversario migliore per dimostrare che siamo una squadra sul pezzo. Lucarelli è un mio amico, una persona squisita... ma anche un paraculo! Alcune cose che ha detto su di noi sono inesatte. Noi faremo una grande partita contro la squadra che si è dimostrata la più forte. Noi siamo una squadra che ha avuto delle difficoltà ma che vuole crescere tanto. Davanti a voi avete dei professionisti e le problematiche si risolvono col tempo, non subito con una bacchetta magica. Non posso e non voglio parlare di mercato e mi scoccia ricordarvelo sempre. Saraniti è un giocatore del Palermo a tutti gli effetti e lo consideriamo tutt'ora uno dei più importanti. La sua partenza non è mai stata messa in dubbio. Mi aspetto tanto da lui così come da tutti gli altri. Sicuramente dobbiamo dare tutti di più, a partire da me, poi capiremo se siamo una squadra da nono o decimo posto. Ci stanno o sottovalutando troppo o sopravvalutando troppo ma io sto dando tanta fiducia ai miei ragazzi. Siamo a metà campionato e non voglio più parlare delle nostre problematiche oggettive ma prendere giocatori a gennaio non è facile. Giocare a Palermo non è la stessa cosa di giocare nel Bisceglie o nella Viterbese, con tutto il rispetto, quindi ci sono giocatori che devono ancora lavorare per ottenere un rendimento costante. Non è un risultato importante che ci farà fare il salto di qualità ma può darci la carica, l'autostima. A me interessa il percorso che la squadra deve fare e la strada ancora c'è. Penso più al lungo termine. Io non sottovaluto il Canicattì, figuriamoci la Ternana. Quando si perde una partita la sconfitta la si accetta al fischio finale ma durante il match si lotta fino all'ultimo. Questo fa parte del percorso di crescita di una squadra. Almici non sarà convocato però è nel gruppo ed in settimana potrà recuperare. Marconi è rientrato, sta bene e sarà con noi pure lui dopo la Ternana. All'andata eravamo usciti da Terni scontenti perché avremmo potuto vincerla, pensate un po' Loro sono una squadra che sa quello che vuole, alcune vittorie sono state sofferte ma hanno grande mentalità e possiamo fare un grande risultato".