Palermo, Boscaglia: "Se pensiamo già al Bari abbiamo sbagliato tutto. Vibonese? Squadra agguerrita"

19.12.2020 11:55 di Davide Raja   Vedi letture
© foto di TuttoPalermo.net
Palermo, Boscaglia: "Se pensiamo già al Bari abbiamo sbagliato tutto. Vibonese? Squadra agguerrita"

Roberto Boscaglia, tecnico rosanero, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Vibonese. Ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "La squadra non deve essere impaurita ma deve sapere che ogni situazione può essere pericolosa. Questo atteggiamento a volte ci è mancato e abbiamo lavorato su questo. Lancini è un'opzione e ha bisogno di giocare. Il suo miglior allenamento è la partita e sa benissimo quello che voglio dai difensori centrali. Sono dubbi positivi, per fortuna. La squadra ha bisogno ancora di assestarsi e capire come comportarsi in certi frangenti. Nell'ultima abbiamo lavorato bene dopo il vantaggio. Nelle partite post-Covid abbiamo giocato partite all'arrembaggio ma adesso dobbiamo gestire i giusti momenti, sempre cercando di tenere le redini del gioco. Al Bari non ci sto pensando proprio per ora, perché penso alla partita di domani che ci darebbe continuità. A parte Foggia, la squadra sta rendendo bene com'è giusto che sia. I ragazzi stanno reagendo bene e domani sanno che è una partita molto importante in un campo difficile e contro una squadra che con le big ha fatto sempre molto bene. A Foggia abbiamo commesso degli errori a causa di situazioni ben precise. All'inizio le sconfitte sono arrivate quando la squadra doveva ancora formarsi. Con la giusta filosofia di gioco si può fare bene, poi è chiaro che giocare in casa faccia sentire un po' meglio però i ragazzi sono consapevoli della propria forza ed hanno un atteggiamento positivo. Abbiamo dimostrato sempre di tenere le redini del gioco, dobbiamo solo imparare ad essere più umili. Chi gioca tra Lucca e Saraniti? Questi sono dubbi che un allenatore sogna. Stanno entrambi bene, vedremo. A Terni abbiamo giocato col 3-5-2 a causa delle assenze dei terzini, poi compattarsi vuol dire che davanti si avrà difficoltà a trovare i giusti spazi. L'atteggiamento che si ha in campo fa la differenza. C'è chi dice che giochiamo con un centrocampo a due ma non è del tutto vero, dato che gli esterni danno una grossa mano alla fase difensiva. Abbiamo dei laterali che possono coprire davvero qualsiasi ruolo del campo. Quando si incontrano le ex squadre per me non cambia niente, preparo la partita come sempre. Per ogni giocatore invece è soggettivo ma normalmente quando si gioca contro una squadra del passato c'è sempre una scarica di adrenalina in più. Se la mia squadra pensa ad una partita che non è la prossima allora ho sbagliato tutto. Palermo-Bari non sarà una finale di Champions League. Parliamo di una partita di campionato come le altre. In assenza di Almici i rigori chi li tira? Forse Saraniti, Palazzi o Floriano ma dipende da chi gioca. La Vibonese è una squadra molto agguerrita, dinamica che rompe le linee sia di centrocampo che di difesa. Dobbiamo stare molto attenti al recupero palla e che scende in profondità. Difendono alti e attaccano l'uomo, riuscendo spesso a cavarsela palla al piede. Ci aspetta una partita molto dura e complicata".