Palermo, Boscaglia: "Un avvio che non volevamo ma lo accettiamo. Floriano? Problematico inserirlo"

11.10.2020 17:10 di Davide Raja   Vedi letture
© foto di Aldo Sessa/TuttoPalermo.net
Palermo, Boscaglia: "Un avvio che non volevamo ma lo accettiamo. Floriano? Problematico inserirlo"

Roberto Boscaglia, tecnico rosanero, è intervenuto in conferenza stampa a seguito della sconfitta casalinga contro l'Avellino di oggi. Ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "Non possiamo nemmeno paragonare la partita di Terni con questa. Dopo Marconi anche Doda ha avuto problemi. Il primo tempo è stato abbastanza equilibrato ma loro hanno sfruttato le occasioni che hanno avuto. Dovevamo lavorare più concentrati perché eravamo frenetici. Abbiamo cercato di cambiare sistema però non abbiamo avuto grandi risultati. La squadra sta ancora cercando i giusti meccanismi e queste sono partite che ci possono stare. Floriano è un ragazzo che supera l'uomo ma in questi schemi diventa problematico schierarlo perché sulla sinistra abbiamo già Valente. Io non faccio tabelle: scendo in campo e metto la miglior formazione possibile. Sapete le problematiche che abbiamo avuto e anche oggi i ragazzi hanno dato il massimo fino all'ultimo. La loro disponibilità è straordinaria ma la sfortuna negli infortuni è decisiva. Arriveranno tempi migliori. Manca la continuità ma oggi abbiamo trovato una squadra molto abbottonata e chiusa difensivamente. Dovevamo isolare gli esterni e non è stato semplice. Bisogna lavorare e le cose andranno in maniera diversa. Per quanto riguarda Doda, ha avuto un risentimento all'adduttore quindi ho fatto entrare Kanouté. Il mio nervosismo? Non lo ero, stavo solo spronando la squadra. Kanouté non l'ho visto a disagio sulla destra e poi non abbiamo terzini sinistri disponibili quindi è stata una mossa quasi della disperazione. Abbiamo optato per questi esterni a tutta fascia e niente di più. Dobbiamo recuperari i giocatori e metterli nelle condizioni migliori. Questo obiettivo lo si raggiunge solo giocando. Dobbiamo solo stare sereni. Questo è un avvio che non volevamo ma lo dobbiamo accettare perché questa è la categoria, piena di giocatori esperti. Abbiamo giocato con tanti giovani oggi".