Palermo, Filippi: "Non dipendiamo da Lucca. Monopoli? I contagiati li abbiamo avuti anche noi"

06.04.2021 12:55 di Davide Raja   Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
Palermo, Filippi: "Non dipendiamo da Lucca. Monopoli? I contagiati li abbiamo avuti anche noi"

Giacomo Filippi, tecnico rosanero, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Monopoli. Ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "Sicuramente Lucca è un elemento importante per il calcio italiano. Si tratta di uno dei migliori 2000 in Italia. Ha caratteristiche eccezionali per il ruolo che ricopre. Lui è uno che si fa volere bene nel gruppo e queste sono componenti determinanti per un giocatore, oltre che alle sue qualità tecniche. Il Palermo però non è Lucca-dipendente perché per noi lui è una delle frecce nel nostro arco.
Ai tempi di Boscaglia non c'erano fratture. Adottando alcune metodologie alle volte si è fortunati nell'entrare nella testa di questi ragazzi, altre volte abbiamo sbagliato nel non riuscire ad incidere. Le colpe non sono soltanto dell'allenatore ma alle varie componenti.
Noi puntiamo ad andare più in alto possibile, cercando di dare certezze e di non smarrire la via. Non sto facendo niente di eccezionale, stiamo facendo il nostro. In questo ciclo di partite qualcosa la cambieremo sicuramente. La rotazione l'abbiamo già iniziata a Caserta. 
Noi siamo quelli meno indicati per parlare delle parole del mister Scienza del Monopoli. Noi per una partita abbiamo giocato senza panchina col Catania, con il Catanzaro quasi lo stesso discorso. Purtroppo l'intero pianeta è attanagliato dal virus, noi siamo lo sport e stiamo cercando di andare avanti. 
I play-off sono lo step precedente per arrivare alla Serie B, prima pensiamo a posizionarci bene in classifica, poi prepareremo le partite che dovremo disputare. La natura ci porta a tirar fuori tutto quello non pensiamo di avere nei momenti di difficoltà e lo abbiamo dimostrato col Catania. 
Santana si allena ogni giorno in maniera esemplare ed è un esempio per tutto il gruppo. La cosa positiva è che tutti si stanno allenando bene, per cui non abbiamo problemi nel fare qualche rotazione nel corso della gara.
Kanouté ci è rimasto male dopo il rigore sbagliato ma in generale il suo campionato non è stato male, considerato che tutti noi non abbiamo fatto così bene. Tutti ci aspettiamo sempre qualcosa in più da parte di tutti e questo lo devono volere anche loro. 
Valente si trova bene in questo ruolo, considerato quello che gli chiediamo. Sappiamo che non è un terzino. Lancini quest'anno ha sempre avuto piccoli fastidi che non gli hanno dato continuità. Lui è un giocatore che mi piace tanto e può dare tanto in questo finale di stagione".