Ex Palermo, Morganella: "A Livorno mi sentivo preso in giro. Stagione negativa"

21.05.2020 15:33 di Aldo Sessa   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ex Palermo, Morganella: "A Livorno mi sentivo preso in giro. Stagione negativa"

Come anticipato da TuttoPalermo.net, Michel Morganella ha lasciato il Livorno, rescindendo il suo contratto dopo undici partite in Toscana. Ma non certo in silenzio. In una lunga intervista al Tirreno ha detto: "Tanti piccoli problemi per me, mi sono anche sentito preso in giro. Sono sempre passato per colpevole, ma le situazioni complicate erano altre. Ad alcuni dirigenti non piacevo per il mio look: barba e tatuaggi. Circolavano false storie su di me, sulla mia vita, e addirittura il terzo giorno di ritiro è capitata una cosa spiacevole: mi hanno chiesto se avessi una svastica tatuata sulla schiena. Ho dovuto togliermi la maglietta davanti a tutti per far capire che non fosse così. Con i campi abbiamo avuto problemi per tutto l’anno: una squadra di serie B costretta a venir via dal Coni per un po’ di pioggia e ad allenarsi nei campettini… Scene mai viste. Ho cercato di dare il massimo, è stata una stagione negativa per tutti. Nessuno si salva, forse solo Marras che ha dimostrato qualità in un contesto molto difficile".