Serie A, tour de force: il punto su lotta scudetto, Europa e retrocessione

A quattro giornate dalla fine, il campionato di Serie A ha ancora molti verdetti in bilico: il punto della situazione targato TuttoPalermo.net
26.04.2022 17:13 di Marcello Scuderi   vedi letture
Serie A, tour de force: il punto su lotta scudetto, Europa e retrocessione

Dopo trentaquattro giornate di campionato è ancora tutto molto incerto dalla testa alla coda della classifica: nelle prime posizioni è ancora apertissima la lotta scudetto, ancora incerti i piazzamenti europei e più aperta che mai la lotta alla retrocessione dopo il filotto di risultati sorprendenti della Salernitana, analizziamo punto per punto quello che sembra il campionato di Serie A più entusiasmante degli ultimi anni.

Lotta scudetto: 
A breve l'Inter recupererà, finalmente, il match contro il Bologna che porterà nerazzurri e rossoneri a pari numero di partite giocate ed infiammerà queste ultime quattro giornate alla ricerca del primato in campionato. Al momento in testa alla classifica troviamo il Milan a quota 74 punti con dietro l'Inter a quota 72, la gara del "Dall'Ara" potrebbe sovvertire le posizioni: in caso di vittoria gli uomini di Simone Inzaghi salirebbero a quota 75 scavalcando i cugini milanesi. Il Milan allenato da Stefano Pioli ha dimostrato, con la vittoria in extremis in casa della Lazio, di non aver la minima intenzione di arrendersi in questo finale che potrebbe riportare lo scudetto alla Milano rossonera che manca dalla stagione 2010/2011; l'Inter invece, a detta di molti favorita in questo rush finale, vorrebbe portare a casa lo scudetto numero 20 che significherebbe anche seconda stella sullo stemma: i nerazzurri sarebbero la seconda squadra italiana a raggiungere questo emblema dopo la Juventus che la guadagnò nel 1981. Dopo una lunga cavalcata sembra invece essere ormai fuori dalla lotta il Napoli di Luciano Spalletti che dopo alcuni risultati deludenti, per ultima la clamorosa sconfitta in rimonta subita dall'Empoli, sarà costretto a giocarsi il terzo posto con la Juventus che ha recuperato terreno portandosi a -1 dai partenopei.

Coppe Europee:
La vittoria della Juventus in casa del Sassuolo ha sancito un chiaro segnale contro le pretendenti al quarto posto, i bianconeri hanno approfittato di un turno favorevole dal punto di vista dei risultati delle avversarie per allungare in classifica e portandosi a +8 dal quinto posto occupato dalla Roma. Come già detto precedentemente i bianconeri si giocheranno il terzo posto con il Napoli che adesso è ad un solo punto di distanza anche se tra terzo e quarto posto cambia soltanto il numero occupato in classifica, il premio sarà comunque la qualificazione alla prossima Champions League. Ballano ancora invece i posti che valgono l'accesso rispettivamente in Europa League e Conference League. La lotta coinvolge al momento quattro squadre per due posti: Roma, Fiorentina, Lazio e Atalanta si giocano un posto in competizione europea nelle ultime quattro partite di campionato, trovando in questo momento i giallorossi quinti a quota 58 seguiti dai viola e dai rivali della Lazio a quota 56 ed infine dai bergamaschi a quota 54. con tutte e quattro le squadre che dovranno affrontare match ostici, mancano infatti ancora all'appello tra scontri diretti e scontri contro compagini invischiate nella lotta salvezza.

Lotta salvezza: 
Cinque squadre in 8 punti con 4 partite a disposizione, una lotta che potrebbe rivelare enormi sorprese si svolgerà anche ai piani bassi della classifica. Quella con la strada maggiormente in salita è ovviamente il Venezia, fanalino di coda del campionato con 22 punti conquistati, dal penutimo al quintultimo poi ci sono in ballo soltanto 5 punti che vedono in corsa Sampdoria a quota 30, Cagliari 28, Salernitana 25 e Genoa 25. La Sampdoria che non vince da quattro partite ha anche perso lo scontro diretto contro la rinata Salernitana e dovrà affrontare a breve un derby contro il Genoa che potrebbe valere una fetta importante di salvezza, il Cagliari non riesce a portare a casa risultati con continuità a causa della seconda peggior difesa del campionato ed ha da poco perso lo scontro diretto contro il Genoa che poteva invece essere un passo enorme per scacciare i fantasmi del terzultimo posto, la Salernitana che sembrava spacciata viene da una serie di risultati importanti che hanno portato la squadra da Davide Nicola a conquistare due vittorie consecutive contro Sampdoria e Fiorentina, ed infine il Genoa che non sembra affatto intenzionato a restare spettatore passivo di questa lotta.