Lega Nazionale Dilettanti, Morgana: "Se non si può giocare a porte aperte non si giocherà"

30.03.2020 16:45 di Claudio Puccio   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Lega Nazionale Dilettanti, Morgana: "Se non si può giocare a porte aperte non si giocherà"

Intervenuto ai microfoni di TRM, il vicepresidente della Lega Nazionale Dilettanti Sandro Morgana ha espresso le sue impressioni legate all'emergenza coronavirus, ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "Abbiamo fatto alcune richieste alla FIGC perché i nostri calcoli prevedono al momento una perdita di 3000 società in tutta Italia. Per evitare questo è necessario sostenere il sistema con alcuni vantaggi sulla fiscalità. Il ministro Spadafora ha detto che saranno stanziati 450 milioni. Credo che per ripartire la prossima stagione serva finire questa, quindi, senza mettere il rischio la salute di nessuno, noi abbiamo l’intenzione di far finire il campionato, speriamo a giugno. Se si ripartisse l’unico modo per farlo sarebbe a porte aperte. Perché se il pericolo va via, vale per tutti se non va via è inutile fare rischiare solo i calciatori".